Ultim'ora
Commenta

Lega Nord: a Sabbioneta il
sindaco se ne è fregato
dei 7 dipendenti Pro Loco

"Vincenzi ha lasciato 7 persone in balia del nulla. Sabbionetani piantati in asso, lasciati in preda agli eventi, di un avvenire ignoto, senza punti fermi e certezze".

SABBIONETA – Situazione Pro Loco, la Lega Nord di Sabbioneta fa sentire la propria voce. Una lettera al sindaco, con accuse pesanti: quella di essersene fregato dei sette dipendenti della Pro Loco. “Apprendiamo la preoccupazione del presidente della Pro loco per il futuro professionale di 7 dipendenti che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro e di rimanere appiedati. Non ci capacitiamo di questa situazione, di come il sindaco possa aver omesso, nella formulazione del bando per la gestione dei Palazzi e del turismo sabbionetano, un requisito di tale importanza: l’acquisizione dei dipendenti della precedente gestione.

Se è vero che l’obbligo di assunzione dei dipendenti vige solo tra cooperative sociali ,è anche vero che il buon senso dovrebbe stare al di sopra di tutto, anche di leggi e normative. Il Prof. Aldo Vincenzi si è sempre prodigato per i diritti delle persone ed in maniera particolare di quelli sacrosanti, come il diritto al lavoro e la tutela di tutto ciò che gravita attorno alle famiglie.

Oggi dobbiamo ricrederci, ha lasciato 7 persone in balia del nulla. Sabbionetani piantati in asso, lasciati in preda agli eventi, di un avvenire ignoto, senza punti fermi e certezze. Tutto ciò dopo che che hanno sempre svolto il loro lavoro in maniera impeccabile, mostrando una preziosa disponibilità. Chi vive tra le mura sabbionetane non può non averli notati all’opera davanti al front office o nei pressi dei monumenti sin dalle prime luci dell’alba. Professionalità e impegno al servizio di una comunità, per salvaguardare e tener vivo un invidiabile patrimonio artistico. La piega che ha preso la situazione è il ringraziamento per tutto ciò?

Il Sindaco si sarà chiesto come hanno passato il Natale queste persone? Il Sindaco sa che cosa vuol dire l’incertezza del lavoro? Si è preoccupato di queste persone? No!!!

Si è curato soltanto degli aspetti economici anteponendoli al lato umano della vicenda. A malincuore non resta che constatare l’amara realtà, il primo cittadino ha avuto un occhio di riguardo per le casse comunali ma ha mancato di tutelare i suoi concittadini. Se è vero che il conto per l’ente comunale sarà più dolce da digerire, salatissimo sarà quello dei dipendenti della precedente gestione che rischiano di perdere il loro impiego senza la benché minima tutela. È inutile parlare con chi si è aggiudicato il bando oggi! Assumere gli ex dipendenti Proloco? Il vincitore del bando ha il diritto di non farlo e questo diritto, gli è stato concesso dal nostro caro sindaco.

Ci rivolgiamo a lei caro sindaco, per ricordarLe, qualora se lo fosse dimenticato, che un impiego va garantito a tutti , così come ai suoi concittadini ex dipendenti Proloco”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti