Commenta

Viadana, Federici
risponde a Cavatorta:
"Amministrazione incapace"

"Stanno dimostrando l’incapacità di non accorgersi che la loro proposta nell’incentivare attività giovanili è stato un fallimento (solo 3 in tutto il 2016), cosa bastava rivedere la base di chi poteva avere incentivi?"

VIADANA – Neppure le feste, a Viadana, portano quiete. Continua, a colpi di fionda, la disfida tra il sindaco Giovanni Cavatorta e Nicola Federici che ha voluto replicare al ‘interventi da bar’ del primo cittadino. “La parola del sindaco, come sempre – spiega Federici – non sono farina del suo sacco ma derivano da suggerimenti (forse consiglieri Comunali?). Le nostre sono parole di chi legge gli atti che loro quotidianamente fanno. Le tasse sono rimaste quelle della commissaria non ci sono altre scuse e capiamo la loro difficoltà nel giustificare la loro posizione dopo che in campagna elettorale hanno sempre detto che ci saranno “tasse più giuste”. Come il sindaco non può dire che l’imu sulla prima casa non si paga più come se il merito fosse loro è stato il governo Renzi a togliere l’imu sulla prima casa o dare le altre agevolazione. Stanno dimostrando l’incapacità di non accorgersi che la loro proposta nell’incentivare attività giovanili è stato un fallimento (solo 3 in tutto il 2016), cosa bastava rivedere la base di chi poteva avere incentivi? Per i rifiuti i conti li faremo alla fine perché è facile sbandierare atti che devono ancora accadere… Che venga a giustificare perché con la delibera di giunta n. 265 del 23/12 sono stati aumentati i diritti di segreteria per le pratiche edilizie, dal primo di gennaio grazie a loro per i cittadini che chiedono autorizzazioni paesaggistiche spenderanno 150 se procedura ordinaria o 100 se procedura semplificata euro al posto dei 50 che si pagava con Penazzi e la commissaria prefettizia. I cittadini che faranno richiesta di accesso agli atti ora dovranno pagare 70,00 euro quando in passato erano zero più altri aumenti per altri diritti che nessuno aveva bisogno. Che venga a giustificare come da determina n. 740 del 29/12/2016 perche con per il concerto Gospel fissato alle ore 22 della vigilia che sfortunatamente nessuno ha potuto vedere, visto l’orario, sono stati spesi oltre i circa 2000 euro per i cantanti altri circa 600 euro prelevati dal cap 3804 che invece prevede “Iniziative per interventi in campo sociale”? Sono soldi spesi beni questi o forse, invece di buttare via soldi è meglio abbassare le tasse ai cittadini? Hanno speso 600 euro per un gospel invece che per interventi in campo sociale? Bisognerebbe almeno in questo caso avere il coraggio di chiedere scusa ai cittadini.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti