Cronaca
Commenta

Rivarolo Mn e Foedus, scoppia la guerra: l'unione si riprende le proprie cose

Ciò che risulta pure clamoroso la restituzione della divisa di una vigilessa locale di cui ci si chiede come possa svolgere il servizio senza l’uniforme di lavoro e la pistola. In quest ore dovrebbero essere tolte le strumentazioni presso le scuole

RIVAROLO MANTOVANO – Dalle parole ai fatti, o meglio, per dirla con i proverbi contadini “tanto tuonò che piovve”. La rivalità in atto tra i Comuni di Rivarolo Mantovano e l’Unione Foedus è adesso diventata una guerra autentica con un attacco vero e proprio che ieri ha portato ad una situazione sconvolgente.

Alcuni addetti all’Unione, tra cui tecnici, amministrativi e dipendenti di Foedus si sono presentati negli Uffici del Comune di Rivarolo Mantovano per ritirare strumenti e apparecchiature ritenute di proprietà dell’Unione. Sono stati, come è facile immaginare, momenti di tensione e imbarazzo sino all’arrivo del Sindaco Massimiliano Galli che si è chiuso in ufficio con i componenti della Giunta. Stando ad alcune indiscrezioni da quel momento sarebbero partite numerose telefonate per cercare di comprendere la legittimità del blitz dell’Unione arrivata a Rivarolo Mantovano che aveva come finalità l’approprazione di computer, telefoni e altri strumenti ritenuti di proprietà e non più utilizzabili da Rivarolo Mantovano che dall’Unione aveva deciso l’abbandono preferendo mettersi con Bozzolo per una nuova aggregazione chiamata “Terra dei Gonzaga”.

Da quanto risulta a prendere il volo sono stati diversi computer fissi e portatili, nonchè telefoni anche questi di tipo mobile o da ufficio. Oltre ai cellulari di sindaco e assessori. Secondo i vertici di Foedus a questa situazione Rivarolo Mantovano doveva essere preparata per le ragioni ampiamente comunicate in varie occasioni, oltre alla lettera di un legale inviata a metà dicembre. Ciò che risulta pure clamoroso la restituzione della divisa di una vigilessa locale di cui ci si chiede come possa svolgere il servizio senza l’uniforme di lavoro e neppure la pistola. In quest ore dovrebbero essere tolte anche le strumentazioni presso le scuole e l’ambulatorio di Cividale. Unica concessione quella che Foedus ha fatto al Comune “dissociato” è quella di aver lasciato attivo per qualche giorno ancora il server centrale per non bloccare il servizio anagrafe e anche per non incorrere nel reato di interruzione di pubblico servizio.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti