Commenta

Pomì, è ancora incubo
Coppa Italia: Modena passa
3-0, ora serve un miracolo

Ora la Pomì, che incassa il primo ko senza punti della stagione, dovrà vincere per 3-0 il ritorno di domenica al PalaRadi, sperando poi di conquistare anche il golden set, che si giocherebbe in caso di parità di set conquistati tra andata e ritorno. Serve una vera impresa.

LIU JO NORDMECCANICA MO – VBC POMI’ CASALMAGGIORE: 3-0 (25-18 / 25-22 / 25-16)

Liu Jo: Brackocevic Canzian 14, Belien 5, Valeriano, Heyrman 7, Leonardi (L), Marcon 10, Bosetti C. 13, Ferretti 2, Bianchini, Garzaro. Non entrate: Petrucci, Ozsoy. All. Gaspari-Schiavi

VBC: Lloyd 2, Sirressi (L), Gibbemeyer 1, Bosetti L. 6, Guerra 11, Fabris 17, Stevanovic 7, Tirozzi, Susic. Non entrate: Bacchi, Turlea, Gibertini. All. Caprara-Bolzoni

MODENA. Partono in salita i Quarti di Finale di Coppa Italia Serie A1 Femminile per la Pomì Casalmaggiore che subisce una sconfitta per 3-0. Il primo set parte in grande equilibrio con diversi capovolgimenti di fronte. Guerra, Fabris e Stevanovic da una parte, Heyrman, Brakocevic e Marcon dall’altra macinano punti, il primo muro della gara è di Fabris e siamo 9-9. La prima chiamata al video check è di coach Caprara ma è purtroppo sfortunata: 10-9 Liu Jo. Il primo ace di giornata è di Samanta Fabris che buca la difesa Modenese ed è 12-12. Grande salvataggio ad una mano di Sirressi sul 14-13 Liu Jo, ma un errore di Fabris costringe coach Caprara a chiamare il primo time out. Anche la seconda chiamata al video check del tecnico di Casalmaggiore è sfortunata e così viene chiamato il time out: 19-15 Liu Jo. In questo frangente Modena sembra averne di più e Belien fa 22-16 con un muro e Brakocevic mette a terra il pallone del 25-18. Top scorer primo set: Brakocevic 6, Fabris 6.

Secondo Set.  La seconda frazione parte a marchio Liu Jo: 4-1 e coach Caprara è costretto a chiamare il time out. Sul 6-1 Liu Jo si rivede in campo Tamara Susic al posto di Gibbemeyer dopo l’infortunio subito nel warm up della finale di Manila. Bello il muro di Lloyd sul 7-4 ma le ragazze di coach Gaspari continuano a rimanere davanti con due punti di Bosett C. : 9-4. Bellissimo lo scambio che porta al 14-10 Liu Jo: vari tocchi a muro, grandi difese e Brakocevic mette a terra dopo diversi cambi di campo della palla. Il secondo è il set di Caterina Bosetti che tiene praticamente da sola avanti la propria squadra e coach Caprara è costretto a chiamare time out: 19-14. Fast di Stevanovic per il 19-15 ma ribatte Marcon e siamo 20-15 Liu Jo. Un errore di Ferretti porta la Pomì sul 22-19 Liu Jo e così coach Gaspari chiama il time out. La rimonta della Pomì è lenta e costante ma un out regala il 25-22 alla formazione di casa, anche le coach Caprara chiama il video check (non visualizzato). Top scorer secondo set: Bosetti C. 6, Fabris 6.

Nella terza frazione Casalmaggiore sembra partire forte ma Modena non molla e si riporta in vantaggio: 7-4 e coach Caprara chiama il primo time out del set. Francesca Marcon sigla il primo ace della terza frazione: 10-5 Liu Jo. Per la terza volta nella partita coach Caprara inserisce capitan Tirozzi stavolta per Guerra. Tanta Modena anche in questo set e qualche errore portano le padrone di casa avanti 19-11. Leonardi prova il salvataggio estremo su Guerra ma il punto è di Casalmaggiore 21-14, ma subito dopo Caterina Bosetti ristabilisce le distanze 22-14. Casalmaggiore prova a tenere duro ma Modena ne ha effettivamente di più e anche la terza frazione termina 25-16 per le padrone di casa. Domenica al PalaRadi alle ore 17 il ritorno.

Ora la Pomì, che incassa il primo ko senza punti della stagione, dovrà vincere per 3-0 il ritorno di domenica al PalaRadi, sperando poi di conquistare anche il golden set, che si giocherebbe in caso di parità di set conquistati tra andata e ritorno. Serve una vera impresa, anche perché questa Modena vale ben più dell’ottavo posto (ma si sapeva). La Coppa Italia di serie A1, dunque, per il momento si conferma un tabù. Nel quarto di finale che incrocia quello delle rosa, peraltro, Scandicci vince 3-0 contro Bergamo, ribaltando anche in quel caso i favori del pronostico. Negli altri due quarti successo non così semplice di Conegliano a Bolzano (3-0 ma con parziali tirati) mentre Busto Arsizio-Novara finisce 2-3.

MVP: Caterina Bosetti.

Giovanni Caprara, allenatore VBC: “C’è tanta delusione, era una partita importante. Perdere si può perdere ma così fa male, abbiamo giocato male in tutti i fondamentali. I centrali hanno fatto male e soprattutto quando facevamo qualcosa di buono subito sbagliavamo altre due cose. Merito a Modena.”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti