Commenta

Pendolari, altro lunedì nero
sulla linea per Milano: e il
freddo peggiora le cose

In particolare, ad essere soppressi il Piadena-Cremona delle 6.50, il Cremona-Mantova delle 7.40, il Cremona-Codogno delle 8.21 e il Codogno-Cremona delle 10.10. Ritardi invece, fino a 20 minuti, per altri convogli.
trenord-vivalto_ev

Quattro treni soppressi e una lunga serie di ritardi: non è iniziato nel migliore dei modi il rientro al lavoro dei pendolari dopo il periodo delle festività natalizie. L’ennesimo lunedì nero, dunque, aggravato dalla morsa del gelo. I problemi, come al solito, si sono presentati lungo la Mantova-Cremona-Milano. In particolare, ad essere soppressi il Piadena-Cremona delle 6.50, il Cremona-Mantova delle 7.40, il Cremona-Codogno delle 8.21 e il Codogno-Cremona delle 10.10. Ritardi invece, fino a 20 minuti, per il Mantova-Milano delle 8.50, il Cremona-Treviglio delle 8.43 e il Treviglio-Cremona delle 9.07.

A peggiorare la situazione, il freddo: con temperature esterne intorno ai -7, diversi pendolari si sono lamentati a causa di carrozze fredde, con temperatura intorno ai 14 gradi, alcune addirittura con i finestrini rotti. Insomma, l’ennesima situazione di disservizi che porta all’esasperazione chi ogni giorno deve prendere il treno per recarsi al lavoro o in università e che di certo non stimola l’utilizzo dei mezzi pubblici.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti