Commenta

ARCES, Giuseppe Guarino
lascia la presidenza dopo
nove anni di attività

l’ARCES in questi anni di Presidenza, da una piccola associazione e’ diventata un’importante realtà associativa del territorio non solo del mantovano, vedi ultima raccolta pro-terremotati Centro Italia

VIADANA – Giuseppe Guarino co-fondatore lascia la presidenza dell’ARCES di Viadana dopo 10 anni di cui uno di vicepresidenza e 9 anni di Presidenza, ma prima in collaborazione con ADER (Associazione Dipendenti Ente Regione Calabria) e Confederazione Misericordie d’Italia devolve 1.500 euro per l’acquisto di un modulo abitativo da consegnare ai terremotati del centro Italia che in queste ore stanno patendo il freddo.

Ricordando che pur alla giovane eta’ era gia’ stato Presidente in altre importanti associazioni della Calabria, raggiunge con l’ARCES un altro bagaglio tutto sommato di esperienza  personale positiva tra e fra le  mille difficolta’ intercorse e risapute nel corso degli anni, mettendo in campo la sua professionalita’di primaria importanza, nell’aiuto alle persone in difficolta’e bisognose, oltre a tutte le altre attivita’ svolte. Tanto e’ stato fatto, tanto resta da fare, adesso il testimone passera’ a un altro.

Guarino nel ringraziare tutti i volontari passati nel corso degli anni  che hanno operato anche nel proprio piccolo e per i risultati raggiunti, ci lascia in una tacita sospensione se lo ritroveremo ancora nel  mondo del volontariato per lui stile di vita, ma  sottolinea che l’ARCES in questi anni di Presidenza, da una piccola associazione  e’ diventata un’importante realtà associativa del territorio non solo del mantovano, vedi ultima raccolta pro-terremotati Centro Italia dove ha coadiuvato gli aiuti in collaborazione del Comune di Viadana e Croce Rossa di Viadana. L’ex Presidente sottolinea  “le basi  che l’associazione ha adempito per  una cultura dl volontariato sul territorio, coerentemente all’obiettivo primario legato all’attività di assistenza al prossimo,e al valore che essa esprime per se stessi e per gli altri”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti