Commenta

Pomì di pilota automatico:
3-0 e guarda già agli ottavi
(con prospettiva Hameenlinna)

La Pomì Casalmaggiore commette qualche errore e a tratti si deconcentra, ma vince senza troppa fatica contro le israeliane del Maccabi. Alle rosa basteranno due set ad Haifa il 26 gennaio. Nel derby finlandese che incrocia la sfida delle rosa negli ottavi, Salo sconfitto 3-0 nell'andata giocata in casa.
Foto Francesco Sessa

POMI’ CASALMAGGIORE-MACCABI HAIFA 3-0 (25-20, 25-18, 25-13)

VBC Pomì: Lloyd 2, Sirressi (L), Gibbemeyer 7, Bosetti 14, Fabris 20, Stevanovic 7, Tirozzi 8. Non entrate: Bacchi, Zuleta, Peric, Turlea, Gibertini (L), Guerra, Susic. All.: Caprara-Bolzoni

Maccabi: Gluck 1, Stein 1, Peham, Dovgopoliuk 8, Tsvetkova 4, Galperina 4, Chazan (L), Kyrychenko 7. Non Entrate: Zinober, Kolnogorov. All. Banbula

CREMONA – Termina con una netta vittoria l’esordio in Coppa CEV della Pomì davanti a 2294 spettatori. Il primo set, che vede il ritorno nel sestetto titolare di capitan Tirozzi, parte in totale equilibrio, poi la formazione ospite si prende il primo mini break 3-6. Si va al primo time out tecnico sul 5-8 Maccabi dopo un attacco di Kyrychenko sporcato a muro da Stevanovic. Il primo muro di giornata è di Lucia Bosetti che, dopo aver portato Casalmaggiore 6-8, riduce ancora le distanze 7-8 poi Gibbemeyer ancora con un muro riporta tutto in partità: siamo 8-8. Lucia Bosetti sigla anche il primo ace di giornata e siamo 10-9 Pomì. Bella l’azione che porta Fabris a siglare il 16-12 con ben due tocchi a muro da parte delle rosa su altrettanti attacchi delle ospiti. Il 20-15 Pomì è una bella prima intenzione di Carli Lloyd che sorprende la difesa avversaria e manda Stevanovic in battuta che segna il primo ace personale: 21-15. Fabris con una diagonale strettissima nei tre metri mette a terra il 23-20, ancora lei costringe all’errore difensivo le israeliane e un ace di Bosetti chiude 25-20. Top scorer primo set: Fabris 8, Dovgopoliuk-Kyrychenko 3

Nel secondo set il primo punto è delle israeliane con Dovgopoliuk, ma Gibbemeyer porta avanti la Pomì 3-1. Si fa sentire la mancanza del video check su una palla dentro/fuori in battuta di Fabris battezzata fuori dagli arbitri che avrebbe portato la Pomì sul 6-3. Kyrychenko accorcia le distanze portando il Maccabi 7-6 con un attacco sporcato dal muro di Casalmaggiore, ma Lucia Bosetti ristabilisce il distacco: 8-6 e si va al time out tecnico. Dopo la parità raggiunta dalla squadra israeliana Bosetti riporta avanti Casalmaggiore con un autentico tocco da beach volley, poi Fabris e Gibbemeyer allungano 11-8. La Pomì spinge e Stevanovic manda tutti al time out tecnico 16-12 con un primo tempo. Altro ace di Stevanovic che costringe all’errore Kyrychenko ma subito dopo manda a rete il servizio successivo: 22-15. Ma Gibbemeyer è davvero in palla e porta alla chiusura del set 25-18. Top scorer secondo set: Fabris 7, Kyrychenko 4

Terzo set. L’inizio è marchiato Lucia Bosetti che sigla due ace consecutivi: 5-0 e il coach del Maccabi è costretto a chiamare time out. Splendido il primo tempo di Stevanovic che sigla il 7-1 Pomì. La ripresa dopo il time out tecnico è un ace di Fabris che porta la Pomì sul 9-4. Il muro di Casalmaggiore oggi è davvero difficile da superare e Bosetti stoppa un attacco di Gluck, Tirozzi va in battuta e mette a terra un bell’ace: 13-5. Bel muro di Galperina su Tirozzi, ma Bosetti rimette tutto a posto 18-8. Casalmaggiore dimostra di averne davvero di più e un errore in battuta di Gluck chiude la gara 25-13. Bottino pieno per la Pomì e l’andata dei sedicesimi di Coppa Cev è ad appannaggio di Casalmaggiore. Ora alla Pomì basterà vincere due set in quel di Haifa per passare il turno.

MVP: Imma Sirressi.

Gianni Caprara, coach VBC Pomì: “Dovevamo vincere e l’abbiamo fatto. Dobbiamo fare sicuramente meglio perchè abbiamo sbagliato molto, ma oggi va bene così”

Imma Sirressi, libero VBC Pomì: “E’ stato un buon inizio. Non era semplice visto che eravamo ancora giù di morale dopo l’uscita dalla Coppa Italia ma abbiamo vinto con un bel 3-0”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti