Commenta

Niente neve, ma c'è lo
scherzo del ghiaccio: decine
di cadute a Casalmaggiore

Detto che sono decine nel resto della provincia gli interventi per cadute al suolo (si registrano anche nel cremasco e in pieno territorio cremonese), a Casalmaggiore il problema ha riguardato anche alcune auto che, pur viaggiando a passo d’uomo, sono risultate difficilmente controllabili.

CASALMAGGIORE – La pista da ghiaccio non è arrivata nel periodo natalizio, ma in compenso venerdì mattina il “listone” di piazza Garibaldi a Casalmaggiore, e il porfido del ring attorno, hanno ricordato molto la situazione che si verifica sui pattini. Una serie infinita di cadute si è registrata tra le 7 e le 8.30 di venerdì, con persone (in qualche caso anziane, il che aumenta il pericolo per le stesse) scivolate al suolo a contatto col ghiaccio. La neve non è dunque arrivata, e forse per questo il piano neve non è scattato subito, ma le temperature rigide hanno comunque fatto danni, formando grandi lastre scivolose in centro e pure nelle vie limitrofe.

Detto che sono decine nel resto della provincia gli interventi per cadute al suolo (si registrano anche nel cremasco e in pieno territorio cremonese), a Casalmaggiore il problema ha riguardato anche alcune auto che, pur viaggiando a passo d’uomo, sono risultate difficilmente controllabili: una ad esempio ha centrato un mezzo in sosta davanti al Bar Centrale. Ma in generale tanti altri mezzi si sono scontrati tra loro o sono finiti fuori strada anche lungo le strade comunali, in particolare nelle frazioni. Si segnala anche il grave infortunio di una persona anziana, che ha battuto la testa e potrebbe avere subito la frattura di una gamba: tutto è accaduto a pochi passi dalla tabaccheria Anversa della piazza.

Il comune ha attivato, attorno alle 8, i cantonieri e i terzisti per spargere sale e favorire lo scioglimento del ghiaccio, tamponando poi la situazione con la sabbia. Secondo i più critici, l’azione è stata tardiva. Cadute (a piedi o in bici) si registrano pure nei pressi della scuola Diotti anche se, in generale, le segnalazioni stanno arrivando dai punti più disparati del comune, col ghiaccio a rendere scivoloso porfido, asfalto e ovviamente il marmo del “listone”: in pratica qualsiasi superficie.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti