Ultim'ora
Commenta

Pasotto (CNC): "Sul gelo il
sindaco valuti se è possibile
risarcire gli infortunati"

"Alla signora Teresa - spiega - interesserà sapere se, essendosi fratturata in un punto di pubblico passaggio, non trattato con il sale e neppure inibito per pericolosità, al passaggio stesso, avrà diritto ad un risarcimento".

CASALMAGGIORE – Passato il tempo delle polemiche, come quello del gelicidio, termine che i cittadini hanno imparato a conoscere (molti a loro spese) ieri mattina, è il tempo delle considerazioni. Questo almeno quel che pensa Pierluigi Pasotto (CNC), membro dell’opposizione. “Al di fuori di tutte le polemiche – spiega – perché non mi va di speculare politicamente sulla vicenda che ha avuto seri risvolti per molti cittadini, si può pensare di censire quanti cittadini hanno subito danni gravi e certificati ed interessarsi per valutare la possibilità di risarcirli, anche in parte, per i danni fisici subiti? L’amministrazione dovrebbe avere una polizza per danni subiti da terzi, se non ricordo male. Chiedo all’amministrazione di valutare se sia il caso di pensare ad un rimborso ove ve ne siano le necessarie attestazioni”. Il problema, secondo Pasotto, va al di là del sale non sparso di prima mattina. “Alla signora Teresa – spiega – interesserà sapere se, essendosi fratturata in un punto di pubblico passaggio, non trattato con il sale e neppure inibito per pericolosità, al passaggio stesso, avrà diritto ad un risarcimento. Ecco, la pongo in maniera non polemica come questione al sindaco, riservandomi poi, se ve ne fosse la necessità, di presentare una mozione in consiglio. Ma spero che la necessità non ci sia”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti