Commenta

La città dà l'addio a Giulio
Donzelli. "Un uomo che ha
voluto bene al territorio"

"Mai come nel momento della morte siamo sollecitati a riflettere sul senso della nostra vita. Un momento terreno che, pur lungo nel caso del nostro Giulio, costituisce pur sempre un breve passaggio".

CASALMAGGIORE – Ha fatto un breve ritorno  nella sua Casalmaggiore il parroco della Cattedrale di Cremona don Aberto Franzini in occasione dei funerali dell’ingener Giulio Donzelli scomparso l’altro giorno all’età di 94 anni. “Don Cesare mi ha invitato a concelebrare il rito funebre e anche i familiari hanno voluto notificarmi la notizia del decesso. Mai come nel momento della morte siamo sollecitati  a riflettere sul senso della nostra vita. Un momento terreno che, pur lungo nel caso del nostro Giulio, costituisce pur sempre un breve passaggio. Un transito che senza fede sarebbe un cammino verso il nulla. L’eucarestia mensile che i nostri preti portavano a casa di Giulio e alla moglie, entrambi ammalati costituiva un grande momento di sostegno alla loro sofferenza. L’ingegnere è stato un grande non solo nella storia urbanistica perchè voleva bene a questo territorio dove ha profuso tanta competenza”. Don Alberto che oltre a don Cesare Nisoli era affiancato da don Angelo Bravi e don Franco Vecchini ha poi ricordato i momenti d’incontro nei pressi dell’edicola vicino ai Carabinieri  la mattina presto “Erano dialoghi interessanti e piacevoli anche se lui non mancava di confessare il disagio per questi tempi moderni che non condivideva vedendo quanta ricchezza morale e culturale venire meno. Raccogliamo l’eredità di questi vecchi perchè il patrimonio che ci lasciano è grande. Un patrimonio che deve servire a noi e alle nuove generazioni. E ringraziamo il Signore per il dono che ci ha fatto con questa grande persona”. Nella chiesa di S.Francesco, stracolma di presenze ,tra l’altare e la bara era visibile il gonfalone del Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta di cui Donzelli era stato uno dei fondatori. Oltre alla presidente Elena Anghinelli anche diversi soci del Club. L’Amministrazione comunale, dove l’ingegnere aveva presieduto a lungo la Commissione edilizia era rappresentata dalla consigliera Giuseppina Mussetola e dal’ingegner Enrico Rossi. Dopo la benedizione finale il feretro è stato accompagnato al cimitero locale per la sepoltura.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti