Economia
Commenta

L'officina Benvenuti é solo un ricordo, apre il colorificio Alquati

Lo stabile che ospitava l'officina Benvenuti ha subito lavori, è stato rimesso a posto ed adattato alle nuove necessità di chi è subentrato. Si tratta del colorificio Alquati, trasferitosi dal centro in periferia, guadagnando in spazio

CASALMAGGIORE – L’officina in via Beduschi (IV Novembre) di Franco Benvenuti, deceduto l’inizio dell’anno scorso, non c’é più. E’ oramai solo un ricordo di chi ne ha apprezzato le grandi doti da meccanico e – prima ancora – quelle umane. Lo stabile che la ospitava ha subito lavori, è stato rimesso a posto ed adattato alle nuove necessità di chi è subentrato. Si tratta del colorificio Alquati, trasferitosi dal centro nella prima periferia, guadagnando in spazio e – con la provinciale che corre accanto – in visibilità. Certo, la vita continua, ma resta un pezzo di storia casalese che si spegne in maniera definitiva. Una nuova sfida per Alquati che non avrà le doti canore del suo predecessore, ma conserva e porta con se tutte quelle umane e professionali che lo contraddistinguono da sempre. Questa primavera poi, la seonda parte dello stabile che attualmente è vuota, vedrà l’apertura di una nuova ulteriore attività. Si tratterà di un bistrot. Le trattative tra proprietà e nuovi gestori (si tratterebbe di casalesi) sono già state portate a termine. Poco si sa su cosa offrirà il nuovo locale che si affaccia sulla provinciale. Ma anche questa scelta, avendo conosciuto Franco, non gli sarebbe di certo dispiaciuta.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti