Cronaca
Commenta

Viadana, sul sito del comune tra gli oggetti smarriti anche due quadri

Otto gli oggetti nei vari non catalogati, la sezione più curiosa. Anche il deposito di Viadana non delude le aspettative: oltre ai classici occhiali uno smartpad, una videocamera e due quadri con relative cornici

Immagine 7VIADANA – Si perde di tutto, e quel che non si perde in genere viene rubato. E dal rubato allo smarrito, il passo resta – ahinoi – sconosciuto. A volte sono oggetti non commerciabili, o di poco valore, che vengono presi e poi abbandonati poiché di nessuna utilità economica per il malfattore altre ancora – è il caso delle biciclette – sono ‘oggetti’ presi in prestito per spostamenti e poi lasciati in qualche dove. Nel sito del comune di Viadana è da poco stata resa operativa una sezione apposita che riguarda gli oggetti smarriti. Tanto di foto, per poter consentirne l’eventuale recupero al proprietario che deve, in ogni caso, avere la possibilità di attestarne la proprietà. Nel deposito degli oggetti smarriti di Viadana voce grossa fanno le biciclette: 17 quelle catalogate con relativa foto e non ancora reclamate, alcune pezzi ‘da museo’ come le Graziella, altre mountain o city bike che ancora fanno la loro bella figura ed attendono che una mano amica le vada a prelevare. Nessuna borsa in deposito. Nel reparto preziosi (che siano poi preziosi o bigiotteria è tutto da verificare) anche una fede nuziale oltre ad un orologio, anelli e ciondoli. Nessun portafogli, mentre qualche pezzo c’è tra i cellulari. Non grandi telefoni, intendiamoci, ma qualcuno magari sta cercando proprio il suo. Quattro i pezzi in deposito. Otto gli oggetti nei vari non catalogati, la sezione in genere più curiosa. Anche il deposito di Viadana non delude le aspettative: oltre ai classici occhiali – un must dei depositi – uno smartpad, una videocamera e due quadri con relative cornici, uno di Pitti e uno di Turri (i pittori) che attendono padrone, a meno che non sia stato lo stesso padrone a smarrirli volontariamente. Ricordiamo a chi avesse ritrovato gli oggetti che, per alcune categorie, il ritrovatore può reclamarli alla scadenza dell’anno di deposito. Una bici, in fondo, può far sempre comodo, soprattutto se è gratis. L’elenco completo ed il relativo regolamento che spiega in maniera esaustiva come recuperare gli oggetti o come pretenderne la resa ad un anno di distanza è pubblicato sul sito del comune di Viadana.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti