Commenta

Prevenzione oncologica con
Medea: quest'anno la novità
è coinvolgimento dell'Oglio Po

Giovedì 2 febbraio infatti a Oglio Po si terranno colloqui informativi, gratuiti e individuali sui tumori del polmone, della mammella, gastro intestinali, ginecologici, urologici e sul melanoma, come ha spiegato il dottor Rodolfo Passalacqua.

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – Torna per il secondo anno la settimana di prevenzione oncologica organizzata dall’ASST Cremona con Medea. Dal 30 gennaio al 4 febbraio in ospedale colloqui e visite di prevenzione gratuite con primari e specialisti a disposizione senza prenotazione per tutti i cremonesi.

“Un’occasione importante per conoscere le patologie oncologiche e per un momento di prevenzione che è sempre più fondamentale per la diagnosi e cura dei tumori” ha detto il dottor Rodolfo Passalacqua, direttore dell’unità operativa di oncologia dell’Ospedale di Cremona e Presidente Onorario di Medea. La grande novità che riguarda il casalasco è che quest’anno ci sarà anche un giorno della settimana della prevenzione oncologica all’ospedale Oglio Po: giovedì 2 febbraio infatti a Oglio Po si terranno colloqui informativi, gratuiti e individuali sui tumori del polmone, della mammella, gastro intestinali, ginecologici, urologici e sul melanoma.

In ogni giorno della settimana vi sarà un focus speciale (e quindi visite di prevenzione gratuite) sulle diverse patologie. Questo è il calendario all’Ospedale di Cremona: lunedì 30 tumori del polmone, della pleura, della tiroide e del cervello; martedì 31 tumori dell’esofago, dello stomaco, del fegato, del pancreas, del colon e del retto; mercoledì 1 febbraio tumori della mammella, dell’utero, dell’ovaio, delle tube, del peritoneo; giovedì 2 febbraio tumori del rene, della vescica, della proposta, del cavo orale, della faringe, della laringe; venerdì 3 tumori del sangue, leucemie, mielomi e altre malattie del midollo osseo. Tumori della pelle, melanomi e carcinomi; sabato 4 febbraio convegno conclusivo in camera di commercio con tutti gli specialisti dal titolo “Restiamo sani”.

Federica Bandirali

© Riproduzione riservata
Commenti