Commenta

Santuario della Fontana,
ricordato padre Gaudenzio
(ed i terremotati)

"Sono pronti 20 bancali di coperte e 25 bancali di generi alimentari per quella popolazione sconvolta dal sistema sismico e per il disastro metereologico" ha precisato padre Bruno.

CASALMAGGIORE – Ieri mattina durante una delle Messe festive al Santuario è stata ricordata la figura di Padre Gaudenzio, il frate della Fontana scomparso proprio  tre anni fa. Per onorarne la memoria un pullman Gran Turismo è partito dal piazzale antistante il Santuario con una cinquantina di persone dirette nel paese cremasco di dov’era originario e dove c’è la sua tomba. I casalaschi che hanno raggiunto la zona hanno assistito ad una S. Messa di suffragio celebrata da padre Giuseppe anche lui della Fontana dopo la visita al cimitero. Dopodichè nel programma del viaggio era previsto il pranzo da consumare nella Trattoria gestita dagli stessi parenti del padre scomparso. Durante la S.Messa delle 7,30 padre Bruno rettore del Santuario ha ricordato la figura del religioso rammentando quanto avesse voluto bene a quel luogo e quanto la gente lo avesse ammirato e seguito proprio nelle tante gite da lui organizzate. Padre Bruno ha pure avvertito i fedeli che le offerte di quella giornata sarebbero state interamente devolute alla Caritas provinciale su richiesta della Diocesi di Rieti in aiuto ai terremotati del centro Italia . “Sono pronti 20 bancali di coperte e 25 bancali di generi alimentari per quella popolazione sconvolta dal sistema sismico e per il disastro metereologico” ha precisato padre Bruno.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti