Commenta

Pomì avanti senza paura:
rosa agli ottavi di Cev, dove
accedono tutte le favorite

Insomma, tutto come da pronostico e visto lo squilibrio di valori in campo in questi sedicesimi di finale era difficile immaginare esiti differenti. Anche nella parte bassa del tabellone vincono e passano il turno due delle favorite, ossia Galatasaray (Turchia) e Dinamo Kazan (Russia).
Nella foto Gibbemeyer attacca in un palazzetto vuoto (foto Manuel Bongiovanni)

MACCABI XT HAIFA – VBC POMI CASALMAGGIORE: 0-3 (21-25 / 15-25 / 19-25)

Maccabi: Gluck 3, Stein, Dogvopoliuk 8, Tsvetkova 3, Galperina 8, Kyrychenko 13, Zinober (L). Non entrate: Ezer, Peham, Chazan, Kolingorov, Adam, Raviv (L). All.: Buzaiev.

VBC: Bacchi 8, Zuleta 6, Lloyd 1, Peric, Turlea 6, Gibbemeyer 14, Gibertini (L), Fabris 19, Stevanovic 9, Tirozzi 5. Non entrate: Zuleta, Sirressi (L), Bosetti, Guerra. All.: Caprara-Bolzoni.

HAIFA – Qualificazione raggiunta agli ottavi di Coppa CEV in terra israeliana con un secco 3-0 davanti ad una ventina di tifosi giunti da Casalmaggiore e dintorni.

Primo set. Il primo ace della gara lo sigla, come spesso accade, Samanta Fabris, portando Casalmaggiore sul 5-2, ma non c’è solo Fabris in campo e se ne accorgono le ragazze del Maccabi…pronti via e siamo al primo time out tecnico 8-2 Pomì. Il muro di Galperina su Tirozzi dimostra però la bravura delle padrone di casa in questo fondamentale e la russa porta le sue sull’ 8-4. Alzata di Lloyd, primo tempo di Stevanovic e si va in doppia cifra 10-4. Bella la pipe di Dogvopoliuk che passa in mezzo al muro a tre di Casalmaggiore e mette a terra il 10-6 Pomì. Bellissima la diagonale stretta di Bacchi sulla quale Kyrychenko non può nulla: 13-7. La pipe proprio di Kyrychenko si dimostra però devastante e Gibertini, alla prima presenza europea, non riesce a mantenere in campo la difesa, siamo sul 14-10. Lloyd alza all’indietro per l’accorrente Fabris che con una diagonale lunga sigla il 16-12 e manda tutti al time out tecnico. Si ritorna in campo ed è ancora Fabris a siglare due ace consecutivi: 18-12. Il primo ace di giornata per le padrone di casa, un po’ fortunato, lo sigla Dogvopoliuk: 18-14, ma Stevanovic con un muro ristabilisce le distanze e Bacchi con un lungolinea le allunga, siamo 20-14. Il 20-16 è un ace, ancora col tocco della rete protagonista, di Galperina, ma subito dopo è ancora Stevanovic a rimettere tutto a posto. Il coach delle padrone di casa chiama un time out sul 22-19 e il rientro è un ace di Kyrychenko, ma Gibbemeyer mette a terra il pallone del 23-20. Fabris due volte, prima sulla destra del campo poi sulla sinistra chiudono il primo set 25-20. Top scorer primo set: Kyrychenko e Dogvopoliuk 4, Fabris 12.

Secondo set. L’inizio è di marca Maccabi, palla lunga di Fabris contestata da Tirozzi e ace di Kyrychenko: 2-0. Devasante il muro di Gybbemeyer che stampa a terra il pallone del pareggio e Bacchi subito dopo sigla un ace che porta la Pomì avanti 3-2. Grandioso muro di Tirozzi su Tsetkova: 6-2. Il primo time out tecnico è frutto di un errore (palla contro l’asticella) di Dogvopoliuk: 8-3 Pomì. Grande fast di Stevanovic su palla all’indietro di Lloyd: 10-5, seguita, nel punto successivo, sempre dalla numero 15 della VBC con un gran muro dei suoi, siamo 11-6. Il muro di Casalmaggiore è devastante e Lloyd, ai danni di Kyrychenko, mette a terra il 12-7. Bacchi sfoga tutta la sua forza in una diagonale che taglia tutto il campo e sigla il 13-8. Tirozzi mette a segno una diagonale dalla sinistra del campo e manda tutti al secondo time out tecnico: 16-8. Bellissimi i due salvataggi consecutivi di Gibertini prima su Galperina e poi su Kyrychenko e Casalmaggiore se ne va sul 17-8. Il muro della Pomì oggi è invalicabile e così Fabris, in muro a tre, stoppa l’attacco di Galperina: 19-8 e time out per il Maccabi. Bellissimi i salvataggi, prima di Stein, sicuramente la migliore delle sue, e poi di Fabris fischiato però erroneamente fuori anche dopo tutte le proteste della panchina rosa. Stevanovic manda a terra un super pallone per il 22-11 e coach Caprara decide di inserire Turlea per Fabris, appena prima, e Peric per Lloyd. Haifa prova a non mollare con un ace di Galperina ma il muro di Casalmaggiore ne ha davvero di più e Stevanovic sigla il 23-14. E’ anche l’occasione per vedere in campo il neo acquisto Lorena Zuleta al posto di Stevanovic. Come già detto precedentemente il muro della VBC è straripante e Gibbemeyer chiude il secondo set 25-15. Top scorer secondo set: Galperina 4, Fabris 7. Ben 8 i muri di Casalmaggiore in questa frazione.

Terzo set. Si riparte dal sestetto che ha concluso il secondo set: Peric al palleggio, Turlea opposto, Bacchi e Tirozzi banda, Zuleta e Gibemeyer al centro e Gibertini libero. Ed è proprio Zuleta a stampare il primo muro della terza frazione: 4-2 Pomì. Bello però anche il pallonetto di Galperina proprio su Zuleta che accorcia le distanze. Le padrone di casa provano ad accelerare così si riportano in parità prima e poi in vantaggio con un muro di Galperina. E ancora Galperina mura ancora Tirozzi per il 7-5 Maccabi. Il primo time out tecnico è frutto di un abbaglio, il secondo, dell’arbitro di linea che chiama fuori un lungolinea chiaramente in campo di Bacchi: 8-6 Maccabi. Eccellente la pipe di Turlea sulla quale Zinober nulla può fare, siamo sul 9-7 Maccabi, che subito dopo Bacchi accorcia a 9-8 con una bella diagonale. Pareggio raggiunto da una fast di Gibbemeyer. Ancora Bacchi, davvero in gran giornata, mura un attacco di Dogvopoliuk e da il via al sorpasso: 10-9 Pomì. Lorena Zuleta firma il primo ace in maglia VBC e costringe il coach di casa a chiamare time out: 12-9. Kyrychenko si dimostra però attaccante di buon livello e accorcia le distanze con un bell’attacco ma Bacchi rimette tutto a posto: 13-10. Kyrychenko ci prova ancora ma stavolta Gibbemeyer chiude la saracinesca con un muro solitario portando la Pomì 15-11 e Carmen Turlea chiude una diagonale stretta, sporcata dal muro di casa, e manda tutti al secondo time out tecnico: 16-11. Bello il lungolinea di Tirozzi che porta Casalmaggiore sul 20-14 sul quale Galperina non riesce a far valere il suo forte muro. La squadra di casa ci prova a non far scappare le ospiti e così un paio di mani-fuori portano il Maccabi a 16 costringendo coach Caprara a chiamare un time out. Però Casalmaggiore dimostra di averne davvero di più e chiude, dopo un bel muro di Bacchi che sigla il 24-19, la partita con un secco 25-19, 3-0 in terra israeliana e qualificazione conquistata: ora l’avversario della Pomì negli ottavi di finale saranno le finlandesi dell’Hameenlinna.

SPAZIO INTERVISTE

Giovanni Caprara, head coach VBC Pomì: “Sono molto contento perchè abbiamo fatto un’ottima gara raggiungendo la qualificazione agevolmente, soprattutto perchè anche oggi in attacco siamo stati molto contenti. Passiamo questo turno e proveremo a fare lo stesso con le finlandesi nel secondo turno”. Giulia Gibertini, libero VBC Pomì: “L’emozione è stata tanta, ma tutte insieme abbiamo vinto. Sono molto contenta e ringrazio anche i tifosi”.

Intanto occorre dare uno sguardo alla parte alta del tabellone, che vede la qualificazione di tutte le favorite: ora agli ottavi si giocherà la sfida Bekescsabai-Beziers, la cui vincente affronterà poi chi passerà il turno in Busto Arsizio-Minsk Bielo. Questa parte del tabellone incrocia il cammino delle rosa in semifinale. Come noto la Pomì dovrà però prima eliminare l’Hameenlinna e, in seconda battuta, ossia nei quarti, la vincente di Stoccarda-Prostejov. Insomma, tutto come da pronostico e visto lo squilibrio di valori in campo in questi sedicesimi di finale era difficile immaginare esiti differenti. Anche nella parte bassa del tabellone vincono e passano il turno due delle favorite, ossia Galatasaray (Turchia) e Dinamo Kazan (Russia).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti