Commenta

"Quattrocase è viva", con 2017
dedicato a Grande Guerra,
Costituzione e bambini

Storia, la Grande Storia in particolare del nostro Novecento, cultura e momenti conviviali, alcuni dei quali serviranno anche a rimpinguare le casse di Quattrocase è viva in una forma di finanziamento delle varie manifestazioni: ecco il calendario degli eventi.

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – “Quattrocase è viva” e questo già lo aveva chiarito il nome dell’associazione da poco costituitasi nella frazione di Casalmaggiore. Ma Quattrocase è viva anche nei fatti, come dimostra il calendario degli eventi per il 2017 che è stato presentato martedì sera nella sede dell’associazione, che è poi l’abitazione del presidente Giuseppe Magni. Accanto a lui anche il vicepresidente Ernesto Savazzi e gli associati Samuel Magni, Gabriel Fomiatti, Costantino Rosa ed Ennio Franchi.

Storia, la Grande Storia in particolare del nostro Novecento, cultura e momenti conviviali, alcuni dei quali serviranno anche a rimpinguare le casse di Quattrocase è viva in una forma di finanziamento delle varie manifestazioni. La più importante cadrà il prossimo 21 maggio, come ha spiegato Costantino Rosa: presso la chiesetta di San Rocco, unica in zona consacrata alla Pace, verranno infatti ricordati i caduti del paese casalese, quello che con 18 vittime accertate ha versato il terzo tributo di sangue, in rapporto alla popolazione, tra tutte le frazioni di Casalmaggiore. Ai discendenti di quei Caduti verrà consegnato un attestato, mentre non mancherà l’organizzazione di una mostra che, diversa dalle altre, cercherà di esporre soprattutto gli oggetti più spaventosi della Grande Guerra, proprio per rendere l’idea della drammaticità del conflitto, che proprio tra il 1916 e il 1917 raggiunse il proprio picco (a quel periodo risale, ad esempio, la disfatta italiana a Caporetto). Sempre in quest’ottica si pone la gita al Sacrario di Redipuglia, dove l’associazione di Quattrocase dovrebbe unirsi a quelle di Casalbellotto, Fossacaprara e Roncadello, di fatto compattando le frazioni est, e alla locale sezione dei bersaglieri.

Ma non è l’unica novità di un certo spessore: a settembre, infatti, saranno ricordati i 70 anni della Costituzione italiana, promulgata il 27 dicembre 1947. Alcuni giovani della frazione metteranno in scena uno spettacolo teatrale che riproporrà passaggi e discussioni dell’allora assemblea costituente, riproponendo tematiche e valori forse andati perduti, “come ha dimostrato – ha spiegato Rosa – anche il recente referendum costituzionale, dove si è parlato di tutto meno che della Costituzione”.

In mezzo, a fine luglio o inizio agosto, in una data da definire, spazio anche ai bambini, con un convegno dedicato al gioco nel quale saranno coinvolte anche associazioni storiche del Casalasco, come Oltrefossa di Fossacaprara e la Casa delle Arti e del Gioco di Drizzona. E a proposito di bambini, da segnalare anche l’inaugurazione del nuovo parchetto di 700 metri quadrati interno al Micronido che, dopo un accordo con l’Azienda Farmaceutica Municipale, è stato rimesso a nuovo proprio da “Quattrocase è viva”, che lo ha ottenuto in comodato d’uso con l’accordo di sistemarlo e farlo diventare un punto di aggregazione.

Per finire, oltre alle tradizionali gite (la prima, a febbraio, a Folgaria) con il gruppo “Ou alura andom”, spazio a un documentario sulla preistoria della Pianura Padana con una video intervista ai fratelli Anghinelli, tra i massimi esperti in materia, realizzata da Pierluigi Bonfatti Sabbioni. Se si parla di associazionismo, “Quattrocase è viva” proseguirà la collaborazione con Aido per sensibilizzare la popolazione al tema della donazione degli organi, mentre è in programma un lavoro ciclopico, ossia la stesura di un volume, per il quale occorrerà però parecchio tempo, che racchiuda la storia di tutte le realtà del volontariato di Casalmaggiore. Una sorta di opera magna destinata a rendere merito a chi tutti i giorni si spende per il prossimo.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti