Commenta

Castelluccio di Norcia
rivivrà anche grazie all'aiuto
di San Martino dall'Argine

Ne parla il Sindaco Alessio Renoldi: “Perché abbiamo scelto proprio questa Associazione? Perché il contatto era diretto. Tra i soci vi è infatti Letizia, una restauratrice che ha lavorato per diversi anni al restauro della Chiesa Castello di San Martino, sia nel 2014 in occasione del recupero dell’abside, sia molti anni prima".
Nella foto una splendida veduta di Castelluccio di Norcia

SAN MARTINO DALL’ARGINE – E’ stato devoluto il ricavato della Mensa di San Martino, il pranzo ad offerta libera che si è svolto durante la tradizionale Fiera di San Martino, in novembre: in totale sono stati raccolti 2.300 euro.

Il Comune e le Associazioni di San Martino (Proloco, AVIS e Oasi Margonare) hanno deciso di destinarlo ad una Associazione di Castelluccio di Norcia, che si chiama “Per la Vita di Castelluccio di Norcia”. E’ una ONLUS nata per volontà di un gruppo di uomini e donne legati al territorio con lo specifico obiettivo di aiutare l’intera comunità di Castelluccio, duramente colpita dagli eventi sismici del 24 agosto e soprattutto del 30 ottobre 2016, che hanno distrutto uno dei Paesi più belli d’Italia e devastato la sua popolazione ed il territorio circostante. Tra gli obiettivi questa associazione si pone la realizzazione di un centro di aggregazione, un’area giochi attrezzata e la ricostruzione delle scuole, dove hanno sede la Proloco e la Cooperativa della celebre lenticchia di Castelluccio.

Ne parla il Sindaco Alessio Renoldi: “Perché questa Associazione? Perché il contatto era diretto. Tra i soci vi è infatti Letizia, una restauratrice che ha lavorato per diversi anni al restauro della Chiesa Castello di San Martino, sia nel 2014 in occasione del recupero dell’abside, sia molti anni prima. Lei abita a Mantova, ma suo papà e i suoi nonni sono di Castelluccio di Norcia, dove lei stessa ha passato molte estati della sua infanzia. Ci ha spiegato tutte le difficoltà che sono emerse dopo il terremoto, dal crollo delle case (anche di quella dei suoi nonni), della drammatica situazione degli allevamenti e della difficoltà di raggiungere ancora oggi il paesino, molto isolato e senza strade percorribili”.

“Castelluccio di Norcia – sottolinea Renoldi – è un paese piccolissimo ma stupendo, frequentatissimo d’estate. E’ molto conosciuto per le spettacolari fioriture dei fiori delle lenticchie sulla sua piana. L’Associazione, si è impegnata a ritrovarci prossimamente, dopo l’estate, per fare il punto sull’utilizzo dei fondi. Ancora grazie ai volontari, alle aziende che hanno contribuito e ai generosi partecipanti all’iniziativa. Ancora una volta San Martino si è dimostrato una comunità unita e solidale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti