Commenta

Il Toson d'Oro sposa l'alta
cucina: il quarto premiato
sarà chef Massimo Bottura

Dopo Morricone, dunque, si entra nello spazio dedicato all’altissima cucina, arrivando a Bottura, che sarà a Sabbioneta il prossimo martedì 14 marzo alle ore 18 per ricevere l’applauso dei tanti rotariani sicuramente presenti.

SABBIONETA – Medicina, cultura, musica e ora cucina. Il premio nazionale Toson d’Oro Vespasiano Gonzaga cambia ancora ambito ma mantiene altissimo il livello di prestigio dell’assegnatario: il Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta ha infatti svelato il nome del premiato, che sarà lo chef di rilievo internazionale Massimo Bottura.

Un altro colpaccio, dopo i precedenti. Avevamo infatti lasciato il Toson d’Oro nelle mani, anzi al collo, del Maestro Ennio Morricone, raggiunto a Roma da una delegazione del Rotary lo scorso ottobre, in uno dei momenti più emozionanti della storia di questo club. Stavolta l’ideale passaggio di consegne verrà invece effettuato al Teatro all’Antica di Sabbioneta, luogo che nei primi due anni e ancora da qui alle stagioni a venire, è stato scelto per prestigio e fascino come sede della premiazione.

Il primo a ritirare il Toson d’Oro fu il compianto dottor Umberto Veronesi, seguito poi dall’esperto d’arte Philippe Daverio. Dopo Morricone, dunque, si entra nello spazio dedicato all’altissima cucina, arrivando a Bottura, che sarà a Sabbioneta il prossimo martedì 14 marzo alle ore 18 per ricevere l’applauso dei tanti rotariani (e non solo) sicuramente presenti. Nella commissione che premierà Massimo Bottura non mancherà la neo presidente Elena Anghinelli, alla quale andrà l’onore di una nuova consegna, dopo quella effettuata a ottobre a Morricone assieme al presidente uscente Massimo Mori e alla delegazione del club con Massimo Fazzi, Gianluca Bocchi e Francesca Zavatto in trasferta a Roma.

Proprietario dell’Osteria Francescana di Modena, ristorante premiato con tre stelle Michelin, e primo locale italiano a entrare nella top 50 stilata a New York, Bottura conferma l’attenzione del Rotary alla grande cucina: si pensi infatti che, non più tardi di un anno fa, ospite di una conviviale di questo club fu un altro grande chef, Bruno Barbieri. Con Bottura si rinnova invece la tradizione del Toson d’Oro, che non abbassa la propria soglia di una virgola, con i complimenti già arrivati su Facebook, proprio per questo motivo, da Anna Spalla, past governor del Distretto 2050.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti