Ultim'ora
Commenta

La Pomì con Busto prova a
rialzarsi dopo due ko:
mercoledì sfida al PalaRadi

Gli occhi delle ragazze della VBC sono tutti sull'incontro al Pala Igor tra Novara e Imoco Conegliano, ma alle ragazze della Unet invece interessa il risultato dei matchs tra Liu Jo Nordemeccanica Modena e Team Saugella Monza e, soprattutto, tra Savino del Bene Scandicci e Club Italia.
Foto Storti

CASALMAGGIORE – C’è tanta voglia di riscatto in casa VBC Pomì Casalmaggiore dopo le due sconfitte subite contro Novara e Conegliano, così le ragazze di coach Caprara cercheranno di regalarsi una vittoria molto importante, sia per la classifica che per il morale, prima della trasferta finlandese per il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Cev. A far visita al Pala Radi, nella 6° giornata di ritorno della Samsung Gear Volley Cup Serie A1 Femminile, arriva però la Unet Yamamay Busto Arsizio, unica squadra ad aver battuto la Pomì nella prima frazione del campionato. Non sarà quindi una sfida semplice per le rosa che però recuperano a pieno Lauren Gibbemeyer e che potrà quindi contare su tutte le proprie “carte”.

Il girone di ritorno delle “Farfalle” della Unet Yamamay Busto Arsizio non è iniziato come coach Mencarelli probabilmente immaginava: si parte si con una vittoria a Modena per 3-1 ma la squadra bustocca ha subito tre sconfitte consecutive rispettivamente contro Bolzano tra le mura amiche, contro Montichiari al Pala George e contro le “cugine” del Club Italia nel derby di Busto, tutte sconfitte da zero punti. L’ultima giornata di campionato però riporta il sorriso agli “amici delle farfalle” grazie al bel 3-0 contro una Foppapedretti Bergamo orfana, ormai da qualche giornata, di Skowronska.

LE AVVERSARIE

Le “rosse” di Busto Arsizio, terze nella classifica dei muri a -1 dalla Pomì Casalmaggiore, sono guidate alla regia del palleggio dall’ex Magic Pack Noemi Signorile, con la giovane Cialfi classe 1995 pronta a subentrare; opposto la punta di diamante dell’attacco bustocco Valentina Diouf quarta per punti realizzati (319 n.d.r.), coppia centrale formata da Pisani, 35 muri per lei finora, e molto probabilmente Berti, classe 1996, ma non è lontana l’idea, visto il veloce recupero, di vedere in panchina Federica Stufi, per lei sono 37 invece i muri realizzati. Capitolo banda: l’altra punta di diamante dell’attacco delle farfalle è sicuramente la dominicana Brayelin Martinez, 187 punti realizzati finora, ad affiancarla molto probabilmente l’esperta Fiorin con in panchina pronte Moneta e Negretti. Come per Stufi prima, non sembra impossibile il recupero di Vasilantonaki. Per la greca e la toscana improbabile la partenza da titolare ma pronte all’innesto in corsa. Libero molto probabile l’utilizzo della polacca Witkowska ma con Ilaria Spirito pronta a subentrare.

LE EX

Per quanto riguarda la Unet Yamamay Busto Arsizio Serena Moneta (in B1), mentre dal lato Pomì ben tre le giocatrici considerate “ex”: Bacchi (in A2), Lloyd e Turlea.

LA GIORNATA

Gli occhi delle ragazze della VBC sono tutti sull’incontro al Pala Igor tra Novara e Imoco Conegliano, ma alle ragazze della Unet invece interessa il risultato dei matchs tra Liu Jo Nordemeccanica Modena e Team Saugella Monza e, soprattutto, tra Savino del Bene Scandicci e Club Italia. Al Pala Norda di Bergamo sono attese le ragazze della Metalleghe Montichiari mentre quelle de Il Bisonte Firenze fanno visita al Pala Resia al Sudtirol Bolzano.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti