Commenta

Ex Ospedale ed ex muraglia
don Bosco: patrimonio urbano
in discussione in consiglio

Il Listone chiederà con una mozione all’amministrazione di recuperare o meglio mettere in sicurezza l’ex ospedale, struttura da anni fatiscente e che peggiora sempre di più con rischi evidenti, a causa di crolli del tetto già verificatisi, anche per l’incolumità pubblica.
vecchio-ospedale-don-bosco_ev
Nella foto l'ex ospedale e l'ex muraglia don Bosco

CASALMAGGIORE – Sono come sempre parecchi i documenti, tra mozioni, interpellanze e ordini del giorno, presentate dalle minoranze. Non tutte saranno probabilmente discusse, tenendo conto che da regolamento sono due al massimo le ore dedicate al punto dedicato proprio a questi aspetti.

Dei documenti presentati molto si è già scritto, due però riguardano in particolare il settore delle opere pubbliche e nel dettaglio del patrimonio urbano casalese. Casalmaggiore la Nostra Casa, minoranza di centrosinistra, in particolare interrogherà l’assessore Vanni Leoni sulla muraglia dell’ex campo di calcio don Bosco, per chiedere di ridare valore estetico alla zona sottoposta a lavori di completamento della strada Paul Harris e ora di fatto delimitata da una semplice rete da cantiere. I lavori sono in corso, come noto, ma secondo il centrosinistra locale qualcosa di meglio si può senza dubbio sperimentare.

Il Listone, invece, chiederà con una mozione all’amministrazione di recuperare o meglio mettere in sicurezza l’ex ospedale, struttura da anni fatiscente e che peggiora sempre di più con rischi evidenti, a causa di crolli del tetto già verificatisi, anche per l’incolumità pubblica. L’invito, in questo caso, è a coinvolgere l’ASST di riferimento e la parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo, proprietari di immobile e struttura, per una ricognizione generale, tra gli altri, pure degli affreschi del Ghislina e dello stato generale della Chiesa della Santissima Annunciata, confinante con l’ex ospedale di via Cairoli (e nota proprio come chiesa dell’Ospedale Vecchio). In questo caso, precisa il Listone, un piano di recupero vi sarebbe ma da anni, per la precisione dal 2000 quando venne presentato, ma non se ne fece più nulla.

Giovanni Gardani  

© Riproduzione riservata
Commenti