Commenta

Pomì, il PalaRadi non è
più un fortino: anche
Modena passa 3-1

La squadra di Caprara parte bene, cade, poi si rialza ma a fasi alterne e comincia a rincorrere le avversarie, cercando di fare breccia in una difesa con poche pecche. Nel quarto set dopo il 19-19 c’è il sorpasso, ma non dura: le emiliane non si lasciano scoraggiare e vincono. Secondo ko interno per le rosa dopo quello con Novara.
Foto Giuseppe Storti

VBC POMI’ CASALMAGGIORE – LIU JO NORDMECCANICA MODENA: 1-3 (25-15/18-25/29-31/22-25)

Vbc Pomì: Bacchi 1, Zuleta, Lloyd 7, Sirressi (L), Turlea 9, Gibbemeyer 11, Bosetti L. 8, Guerra, Fabris 6, Stevanovic 14, Tirozzi 10. Non entrate: Peric, Gibertini (L). All. Caprara-Bolzoni.

Liu Jo Nordmeccanica: Caracuta, Brakocevic-Canzian 10, Belien 12, Valeriano, Leonardi (L), Marcon 1, Bosetti C. 9, Ferretti 1, Ozsoy 12, Bianchini 12, Garzaro 11. Non entrate: Heyrman, Petrucci. All. Gaspari-Schiavo

CREMONA. Il ritorno dalla Finlandia è amaro per la VBC che parte bene ma viene sconfitta per 3-1 dalla Liu Jo Nordmeccanica Modena nell’anticipo dell’8° giornata della Samsung Gear Volley Cup Serie A1 Femminile davanti a 3026 spettatori.

Primo set. La partita inizia con un minuto di raccogliemento molto toccante per il suo silenzio “assordante” in onore di Thomas, Rosangela Giacomo, tre anime molto vicine alla VBC, e il giudice di Lega Beggiato. Una Lauren Gibbemeyer subito in palla mette a terra un paio di palloni imprendibili così un suo primo tempo perentorio fa 3-1 Pomì. Ma Stevanovic non resta a guardare così con un attacco prima e un muro poi mette a terra il pallone del 5-1 e costringe coach Gaspari a chiamare time out. Da sottolineare però la bella fast di Belien che buca il muro Pomì e mette a terra il pallone del 6-2 Pomì. Brakocevic e compagne spingono e si rifanno sotto fino al 7-5 ma Lucia Bosetti con un pallonetto velenosissimo riallunga seguita da un ace fortunato di Stevanovic: 9-5 Pomì. Bel primo tempo di Garzaro che lascia immobile Lloyd e mette a terra il pallone del 10-7 Pomì. Il 13-10 è un ace di Lauren Gibbemeyer che beffa Marcon in ricezione. Strepitoso lo scambio culminato nel 17-11 Pomì grazie ad un’invasione di Belien al termine di una decina di capovolgimenti di fronte. Dopo un’altra invasione di Belien, coach Gaspari decide di cambiare la regia del palleggio inserendo Caracuta, ma la risposta della Pomì è un ace di Fabris: 20-11. Il muro modenese blocca l’attacco di Stevanovic, così coach Caprara preferisce chiamare il time out, siamo 20-14. Stevanovic si fa perdonare subito e poco dopo capitan Tirozzi sigla un ace mettendo a terra il pallone del 23-14. Casalmaggiore dimostra di averne davvero di più e chiude il set con Stevanovic: 25-15. Top scorer primo set: Stevanovic 7, Belien 3

Secondo set. Inizio di frazione di stampo ospite così sul 5-1 Liu Jo coach Caprara preferisce chiamare time out. Tirozzi, dopo il risultato favorevole del video check, blocca l’avanzata ospite sul 6-2. Brakocevic sfrutta il tocco del muro Pomì per mettere a terra il pallone del 10-3 Liu Jo, ma subito dopo una prima intenzione “alla Carli Lloyd” della californiana porta la Pomì sul 10-4 Liu Jo. Le padrone di casa però spingono forte e Gibbemeyer mette a terra il pallone del 13-9. Le ospiti però non stanno a guardare e, dopo un recupero di piede di Ozsoy, mettono a terra il pallone del 16-9, così coach Caprara è costretto a chiamare time out. Brakocevic ci prova ma il muro di Stevanovic blocca tutto: 17-11, avanti ancor la Liu Jo. Ozsoy prova con un tuffo strepitoso a salvare il pallone ma l’attacco di Bacchi è troppo forte e siamo 19-12. Le avversarie sembrano averne di più ma il muro ad una mano sola di Lloyd riporta la Pomì a -5: 20-15 e coach Gaspari chiama time out. Il ritorno dal time out è un altro muro Pomì stavolta di Gibbemeyer, siamo 20-16 avanti ancora Liu Jo. Brakocevic però ha il braccio caldo e fende il muro Pomì: 22-16. Devastante la pipe seguente di Fabris e siamo 22-17. Le ospiti dimostrano effettivamente di averne di più e un ace di Bianchini chiude 25-18 Liu Jo. Top scorer second set: Gibbemeyer-Lloyd 3, Brakocevic 7

Terzo set. Modena passa subito in vantaggio con un ace di Belien che però vanifica tutto subito dopo: 2-2. Bellissima parallela lunghissima di Turlea che, dopo il video check che ribalta la decisione dell’arbitro, riporta 3-3 il risultato. Modena però spinge e una diagonale di Brakocevic manda Garzaro in battuta sul 7-4, la centrale però tira a rete la battuta e la Pomì si avvicina: 7-5. Le ospiti continuano a rimanere davanti ma Stevanovic riporta le rosa a -1, siamo 9-8 avanti Liu Jo. Bellissima la pipe di Turlea, subentrata a Fabris per un problema al gionocchio, che mantiene sempre attaccate le padrone di casa, 10-9 avanti Liu Jo e coach Gaspari inserisce Bianchini al posto di Brakocevic. Ed è Lucia Bosetti a trovare il mani fuori e riportare la situazione in parità, siamo 10-10. Il braccio di Carmen Turlea è caldissimo e trova due punti fondamentali e manda avanti la Pomì 14-13 e coach Gaspari chiama time out. Bianchini però trova un ace e costringe coach Caprara al time out sul 16-14 Liu Jo. Primo tempo alla velocità della luce per Stevanovic e la centrale serba riporta tutto in parità 18-18. Stevanovic trova un salvataggio strepitoso e Bosetti poi chiude il punto con un muro su Ozsoy: 22-20 Pomì e coach Gaspari chiama time out. Caterina Bosetti però ritrova la parità piegando le mani del muro, ma è proprio la sorella Lucia a riportare avanti la VBC, siamo 23-22. Bianchini trova un mani fuori e coach Caprara preferisce chiamare time out sul 24-23 Liu Jo. Si lotta punto a punto e nella battaglia dei nervi è Modena a spuntare il set 31-29. Top scorer terzo set: Tirozzi 5, Bosetti C. 7

Quarto set. L’inizio della frazione è molto equilibrato ma Modena piano piano prende il comando portandosi sul 7-4, coach Caprara chiama time out. Bella la prima intenzione di Lloyd che porta la Pomì a – 3, siamo 8-5 avanti Liu Jo. La Pomì non molla e Lucia Bosetti, su una ricezione sbagliata, sale in cielo e mette a terra il pallone del -1, Liu Jo avanti 12-11 ma coach Gaspari chiama time out. Perentorio il muro di Carli Lloyd su attacco di Caterina Bosetti che manda Stevanovic in battuta sul 14-13 avanti Liu Jo. Il cuore Pomì è grande e un muro di Gibbemeyer porta avanti le rosa 17-16. Carmen Turlea trova un mani fuori e manda la Pomì avanti 19-17, coach Gaspari chiama time out. Scambio bellissimo e corale della Pomì concluso da Stevanovic e siamo 20-17. La Liu Jo però dimostra di averne davvero di più e il video check ribalta la decisione dell’arbitro e regala la vittoria del set 25-22 alle ospiti e la vittoria anche del match.

Giovanni Caprara, head coach VBC Casalmaggiore: “Samanta si porta dietro questa infiammazione da un po’, domani farà qualche esame così capiremo l’entità del dolore. Sulla partita, beh nel primo set l’abbiamo spuntata ma entrambe le formazioni non hanno giocato bene, abbiamo infarcito di errori il secondo set, poi il terzo e il quarto set siamo sempre arrivati avanti al 22 gestendo male il finale.”

Marika Bianchini, Liu Jo Nordmeccanica Modena: “Era una partita che sentivo molto e sono contenta di aver fatto una bella prestazione. Ci serviva anche vincere in questo momento altalenante soprattutto in vista della partita col Police in Champions”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti