Sport
Commenta

Camozzi col record italiano "scorta" tra i grandi i ragazzi dell'Interflumina paralimpica

"L'Interflumina E' Più Pomì è soddisfatta non solo per gli ottimi risultati sportivi conseguiti ma per la felicità d'aver vissuto una giornata in totale autonomia, con grande senso di responsabilità e profonda amicizia" ha commentato a fine giornata Carlo Stassano.

PADOVA – E’ stato una giornata decisamente da ricordare, quella di domenica per l’Atletica Interflumina. A Padova, nel palazzetto indoor dedicato all’atletica leggera, in una manifestazione interregionale dedicata interamente agli atleti paralimpici, è giunta una grande soddisfazione per il club di Carlo Stassano, che da presidente ha seguito i ragazzi in pista assieme a Marco Zani, presidente del settore paralimpico, Angelo Serra e Leopoldo Vighini, rispettivamente vicepresidente della società e delegato del Comitato Italiano Paralimpico.

Michele Camozzi ha migliorato il proprio record (che era anche record italiano) nella categoria T13 (impoverente) sui 200 metri, correndo in 25”31. Nella categoria T20 (disabilita intellettiva relazionale, ma agonistica) si è invece tenuta una prima indoor con i ragazzi delle cooperative Santa Federici e I Girasoli. In questo caso hanno spiccato sui 60 metri maschili Maicol Bertazzoni (9”93), Michele Arrigoni (10”22) e Daniel Savazzi (10”35), sui 60 metri femminili Augusta Guicciardi (10”55) e Francesca Saccenti (11”73), nel salto in lungo maschile ancora Maicol Bertazzoni (2.74 metri) e nel salto in lungo femminile ancora Augusta Guicciardi (3.14 metri). “L’Interflumina E’ Più Pomì è soddisfatta non solo per gli ottimi risultati sportivi conseguiti ma per la felicità d’aver vissuto una giornata in totale autonomia, con grande senso di responsabilità e profonda amicizia” ha commentato a fine giornata Carlo Stassano.

redazione@oglioponews.it 

© Riproduzione riservata
Commenti