Cronaca
Commenta

Via delle Salde, via le buche Operazione per 63mila euro: 21mila li metterà Azotal

I 21mila euro dovranno essere consegnati al comune entro il 30 giugno, data entro la quale si terranno anche la gara d’appalto e l’avvio dei lavori. Questi dovranno poi terminare entro il 1° dicembre 2017, come si legge nell'accordo congiunto siglato da comune e Azotal.

CASALMAGGIORE – E’ da qualche anno considerata (abbastanza a ragione) una delle vie più disastrate di Casalmaggiore. Tanto che è divenuta paradigmatica, e presa ad esempio, per chiunque voglia indicare un lavoro fatto male o un investimento assente in termini di sistemazione delle strade, ossia del patrimonio viabilistico di una città. Presto però la prospettiva potrebbe cambiare.

Via delle Salde, a Casalmaggiore, ad oggi è una strada gruviera, ma l’ultima delibera pubblicata martedì all’albo pretorio del comune casalese, la numero 218 per la precisione, lascia una speranza a chi vive in quella zona e anche alle suore Figlie di Gesù Sofferente, guidate da suor Maria Buongiorno, che da sempre curano ragazzi con gravi disabilità ma lamentano difficoltà nel trasporto, spesso a causa proprio della strada disastrata.

Già si sapeva che un intervento sarebbe presto arrivato, tanto che la giunta comunale l’aveva annunciato in consiglio comunale. Si sapeva, anche, che vi sarebbe stato un aiuto da parte di privati ma ora si conosce anche il nome di chi contribuirà economicamente a sostenere la spesa, almeno in parte. Nessuna sorpresa, in verità: si tratta della ditta Azotal, che ha sede sociale a Bergamo e che sorge proprio in via delle Salde, la quale contribuirà con una quota di 21mila euro, aiutando così il comune ad arrivare alla cifra complessiva di 63mila euro. Il tratto da riqualificare è esiguo ma importante: 350 metri da sistemare, perché versano in condizioni peggiori rispetto al resto della via in oggetto. Lì passare senza “ballare” è quasi impossibile.

Il motivo di tale situazione? Tra le cause, come Azotal ha convenuto nel documento ufficiale col quale ha siglato l’accordo col comune, vi è anche il passaggio di mezzi pesanti, che transitano proprio verso la stessa ditta o in uscita da questa. Da qui la decisione di partecipare, economicamente, ai lavori di riqualificazione che nello specifico consistono nella stabilizzazione a calce del cassonetto stradale. Tutto questo per migliorare la sostenibilità del traffico veicolare, dunque anche la convergenza verso Azotal, e rendere più vivibile anche la quotidianità dei residenti della zona. I 21mila euro dovranno essere consegnati al comune entro il 30 giugno, data entro la quale si terranno anche la gara d’appalto e l’avvio dei lavori. Questi dovranno poi terminare entro il 1° dicembre 2017.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti