Cronaca
Commenta

Viadana, ecco nuovo contratto per servizio rifiuti: quasi 13 milioni di euro per 6 anni

“Il comune paga inizialmente - spiega il meccanismo il sindaco Cavatorta - e poi sono i cittadini che coprono il servizio pagando le bollette al comune. È un servizio pubblico che deve garantire il comune: con la nuova gara abbiamo aggiunto diverse migliorie al servizio in sede di predisposizione del capitolato".

VIADANA – Importanti novità in merito alla nuova gestione della raccolta rifiuti per Viadana: sono state rese note mediante una delibera pubblicata all’albo pretorio, in cui vengono precisati diversi dettagli. Uno dei più interessanti è quello economico: il comune, infatti, pagherà in totale 12milioni e 800mila euro per un totale di sei anni (il contratto è rinnovabile per altri tre anni). La cifra emerge dall’offerta della ditta che si è aggiudicata la gara, ossia la Sesa di Este (Padova) con Adigest (sede a Chioggia, provincia di Venezia), che ha presentato uno sconto dell’11.80%. In particolare per il primo anno il comune pagherà 1.5 milioni di euro, mentre per i cinque anni successivi verserà un importo di 2.1 milioni di euro, per arrivare poi alla cifra pattuita.

“Il comune paga inizialmente – spiega il meccanismo il sindaco Cavatorta – e poi sono i cittadini che coprono il servizio pagando le bollette al comune. È un servizio pubblico che deve garantire il comune: con la nuova gara abbiamo aggiunto diverse migliorie al servizio in sede di predisposizione del capitolato oltre a quelle che il gestore che ha vinto offre”. Tra quelle più significative un aumento degli spazzamenti del 20%, un servizio dedicato per le sagre e i mercati, la distribuzione a domicilio dei sacchetti, l’implemento della comunicazione e dell’educazione ambientale rivolta al cittadino, una nuova casetta dell’acqua, la riqualificazione della piazzola ecologica e l’ingresso con Carta Nazionale dei Servizi, oltre ad un Info point sul territorio, un nuovo centro del riuso, lo spazzamento e la pulizia dei portici e l’aumento dei mezzi.

“Tutto questo – ha voluto precisare Cavatorta – spendendo 300mila euro circa in meno all’anno rispetto all’attuale piano finanziario dell’attuale gestore. Gli effetti del ribasso non si vedranno nelle bollette di quest’anno perché per approvare il bilancio abbiamo usato il piano finanziario a base d’asta e non quello risultato scontato dalla gara. Tuttavia lo sconto dei 9 mesi del 2017 si noterà poi nelle bollette 2018”. Verso fine di marzo il comune organizzerà serate informative con la cittadinanza viadanese per spiegare le novità previste dal nuovo servizio.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti