Commenta

Casalmaggiore, costituito
questa mattina davanti al
notaio il comitato Casa Zani

Ora, per garantire in futuro il conseguimento di tali attività, è stato formalmente costituito il Comitato che sarà custode dei beni mobili legati alla vita del Maestro e ispiratore di futuri eventi

CASALMAGGIORE – Sabato mattina è stato formalmente costituito con atto del notaio Acquaroni il COMITATO CASA ZANI CASALMAGGIORE.

Un breve riassunto della storia: nel 2014 il Maestro Giacomo Zani, dopo una luminosa carriera di Direttore d’Orchestra celebrata a livello internazionale, ha donato la sua prestigiosa casa, Casa Zani appunto, al Comune di Casalmaggiore affinchè potesse utilizzarla a fini culturali, per la realizzazione di iniziative artistiche e culturali, soprattutto di carattere musicale.

Ora, per garantire in futuro il conseguimento di tali attività, è stato formalmente costituito il Comitato che sarà custode dei beni mobili legati alla vita del Maestro e ispiratore di futuri eventi, manifestazioni e iniziative legate al mondo della cultura e dell’arte.

Membri del Consiglio Direttivo del comitato saranno in via istituzionale il Sindaco del Comune di Casalmaggiore (oggi Filippo Bongiovanni) e l’Assessore alla Cultura del Comune di Casalmaggiore (oggi Pamela Carena), e membri nominati ad personam direttamente dal Maestro, saranno l’ex Sindaco Massimo Araldi, l’Architetto Giacomo Zani, il Conservatore del Museo Diotti Valter Rosa, il direttore responsabile dei servizi educativi dei Musei Civici Roberta Ronda, il musicologo Ferruccio Martelli e il notaio Mauro Acquaroni.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti