Commenta

Eridano "più bello di sempre"
per Mietta: quando lo sport è
cultura, ambiente e solidarietà

Il sindaco Filippo Bongiovanni ha sottolineato i vari meriti di questo trail off road: “Oltre al discorso sportivo, mi preme sottolineare la valenza ambientale, culturale e ovviamente anche benefica della domenica che verrà: per questo motivo faccio i complimenti ad Andrea e agli organizzatori”.

CASALMAGGIORE – C’era anche Mietta, che s’è fatta sentire a più riprese, alla conferenza stampa di presentazione della quarta edizione dell’Eridano Adventure, sabato mattina, presso la Fondazione Santa Chiara a Casalmaggiore. E Mietta ci sarà anche domenica prossima, perché a lei la manifestazione è dedicata. Tanto che la quarta edizione che è in arrivo prevede in realtà più eventi in un’unica mattinata e, uno di questi, a sfondo benefico, si chiamerà proprio “Corri per Mietta”: una corsa non competitiva di 10 km sui sentieri dell’Eridano, il cui ricavato servirà proprio a finanziare l’onlus “Il sorriso di Mietta” e dunque le cure fisioterapiche per la bambina.

Andrea Visioli, fondatore dell’Asd Eridano Adventure e creatore di questa corsa, ha spiegato che “il percorso del prossimo 19 marzo sarà il più bello di sempre, avendolo mutuato su quello del Palio della Zucca dello scorso 2 ottobre”. Un percorso per metà urbano e per metà golenale, un modo per conoscere e far conoscere Casalmaggiore. Anche per questo il sindaco Filippo Bongiovanni ha sottolineato i vari meriti di questo trail off road: “Oltre al discorso sportivo, mi preme sottolineare la valenza ambientale, culturale e ovviamente anche benefica della domenica che verrà: per questo motivo faccio i complimenti ad Andrea e agli organizzatori”.

Successivamente è intervenuto Filippo Allodi, già vicepresidente dell’Atletica Interflumina e legato al Casalasco, essendo di Colorno: oggi consigliere provinciale di Parma e soprattutto delegato al coordinamento del Parco del Ducato, ha portato i saluti del presidente Filippo Frittelli e ha parlato di una gara che rappresenta una grande opportunità anche per i non agonisti, per apprezzare uno straordinario ambiente sia urbanistico che naturale.

In sala erano presenti anche i due consiglieri con delega allo sport dei comuni toccati dal percorso: Giuseppe Scaglioni per Casalmaggiore e Fabio Piedi per Martignana di Po. Mauro Acquaroni, presidente del Cda della Fondazione Santa Chiara, ha sottolineato quanto sia straordinaria la chiesetta all’interno della quale si stava svolgendo la conferenza stampa e da qui ha preso spunto per un’interessante considerazione: “Se lo sport si coniuga con ambiente e cultura, allora l’idea è geniale. Così come è molto interessante fare passare gli atleti all’interno dei palazzi: momenti come questi arricchiscono il corpo, l’animo e lo spirito”. Fabrizio Foglia, in vesta di rappresentante per l’uist, ha ricordato che “per il secondo anno questo trail entra nel calendario regionale. Noi abbiamo previsto 12 gare da gennaio a settembre ed Eridano rappresenta una bella eccezione: non solo perché è fuori dall’Emilia Romagna, anche se di poco, ma perché di solito corriamo in collina o in bassa montagna, qui invece conosciamo l’ambiente golenale e abbiamo pure la chicca dell’urban trail iniziale”.

Visioli poi nel dettaglio ha spiegato i vari tracciati: la mezzamaratona da 21 km, ovvero la corsa competitiva e il vero “Eridano Adventure”, toccherà tutti i principali monumenti del centro, come già accaduto per il Palio della Zucca e poi vivrà due passaggi, per certi versi, storici in golena: il Bosco dei Nascituri, con il sentiero individuato dall’Ufficio Ambiente di Casalmaggiore e successivamente ripulito grazie a tanti volontari (tra questi è stato ricordato il sindaco di Martignana Alessandro Gozzi) e la lanca di Agoiolo, dove è stato ricavato un suggestivo labirinto naturale. Ma vi sarà anche un tracciato da 10 km non agonistico, oltre che un ulteriore percorso da 7 km: su questi ultimi due, che per 4 km coincideranno con l’urban trail in centro storico, sarà organizzata la camminata per Mietta, con tanto di raccolta fondi.

Anna Accomando, mamma di Mietta, ha voluto ringraziare del pensiero, sottolineando che “l’amore fa miracoli e noi stiamo cercando un piccolo miracolo, ossia fare guarire la nostra bambina: la sua grande forza ci spinge ad andare avanti, Mietta è per noi un esempio”. Il papà Lorenzo Martelli ha così lanciato un ulteriore messaggio di speranza: “Speriamo che nel 2018 si possa organizzare non l’evento “Corri per Mietta”, ma “Corri con Mietta”, perché significherebbe che la nostra bambina ha fatto progressi. Sarebbe splendido: per ora non possiamo che ringraziare tutti del pensiero nobile”.

Da rimarcare, in questa direzione, la presenza di Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina e co-organizzatore dell’evento nelle sue varie sfaccettature e iniziative, che ha preparato 500 magliette per Mietta, dalla cui vendita arriverà un ulteriore ricavato da investire in beneficenza per le cure della bambina. “In una società sempre più egocentrica, noi diamo ai ragazzi valori – ha detto Stassano, che s’è commosso ricordando Francesca Cerati, la giovane di 32 anni scomparso in un tremendo incidente stradale – . Stiamo vivendo un dramma pazzesco, ma proprio Francesca era l’esempio di come lo sport – sia esso corsa, marcia o danza – non è solo atto agonistico, bensì un insieme di valori trasmessi a tutti noi. L’evento dedicato a Mietta è la testimonianza di tutto questo”. L’Atletica Interflumina avrà peraltro un ruolo importante proprio nella giornata di domenica perché, in contemporanea rispetto ad Eridano Adventure, alla Baslenga, da dove l’Eridano stesso partirà e arriverà, si terranno gare di corsa campestre per Esordienti, Ragazzi e Cadetti (maschili e femminili).

eridano-mietta-stassano-visioli

Un saluto e una benedizione ideale è giunta anche da Andrea Devicenzi, atleta paralimpico di Martignana: “Se partecipo io che ho una gamba sola – ha sorriso Andrea – tutti possono farlo nella 10 km per Mietta, quindi nessuno sia pigro o accampi scuse: è positivo passare una mattinata in compagnia e facendo del bene”. Visioli in chiusura ha ricordato gli sponsor Eon, I-Exe e Azienda Farmaceutica Municipale (rappresentata dal presidente Marco Ponticelli, che ha sottolineato la bontà dell’iniziativa), rimarcando come a Casalmaggiore domenica prossima verranno assegnate anche sei Wild Card per la prossima Parma Marathon del 15 ottobre 2017: una “pesca” random che premierà le posizioni 20, 40 e 80 per il maschile e 6, 12 e 24 per il femminile.

Infine, giusto ricordare anche il terzo tempo, con il pasta party che costituirà una novità organizzata presso la sede dell’Avis (di fronte alla Baslenga), con la società sportiva Avis Pedale Casalasco che garantirà il giro di ricognizione iniziale e il servizio “scopa” finale. Tra gli iscritti ad Eridano Adventure spicca già Mauro Cattaneo: a Casalmaggiore ha vinto qualsiasi corsa alla quale abbia preso parte. Chi ha la forza per andarlo a prendere?

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti