Commenta

Sabbioneta, avvistata coppia
di Ibis Sacro del Nilo:
la foto di un nostro lettore

Una coppia di Ibis è stata avvistata e fotografata nel percorso degli arginelli, il percorso ad anello sull'opera idraulica dei Gonzaga su sterrata di 20 Km per 2,5 ore di percorrenza da Aldo Martelli.

SABBIONETA – Dopo i caprioli nell’area di Martignana di Po, volpi (Gussola e Motta Baluffi) ed istrici – senza citare le famiglie presenti in gran numero nelle nostre campagne – questa volta è il turno dell’Ibis bianco Sacro del Nilo (Threskiornis aethiopicus). Una coppia di Ibis è stata avvistata e fotografata nel percorso degli arginelli, il percorso ad anello sull’opera idraulica dei Gonzaga su sterrata di 20 Km per 2,5 ore di percorrenza da Aldo Martelli che è riuscito pure a fotografarli. Erano nei bordi di un canale nei pressi del percorso.

Storicamente diffuso in Egitto (era sacro al dio Thot al tempo dei Faraoni), dal XIX secolo, è totalmente scomparso da quella zona, a causa della caccia che gli è stata data. In tempi recenti, l’ibis sacro è stato introdotto anche in altri luoghi, tra cui la Francia, l’Italia (nel sud soprattutto anche se si rinviene in alcuni luoghi del nord, come il Parco naturale delle Lame del Sesia, nel Parmense come per esempio nell’Oasi LIPU di Torrile, oppure presso Vercelli, ove pare essere arrivato spontaneamente, nel Parco Regionale Veneto del Delta del Po e presso Comacchio).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti