Ultim'ora
Commenta

Eridano, il graffio di Cattaneo
non manca. Ma è festa record
per 550 e per la piccola Mietta

Cinquecentocinquanta partecipanti: meglio scriverlo per esteso, per rendere meglio l’idea. E se non pochi sono stati quelli che si sono sfidati nella 21 km, la maggioranza ha preso parte a “Corri per Mietta”, la camminata benefica, che ha raccolto fondi per la bambina affetta da una rara malattia. FOTOGALLERY

CASALMAGGIORE – Chiamatelo il cannibale: perché Mauro Cattaneo da Cremona (e del Marathon Cremona) ha vinto ancora, anche nella quarta edizione della mezzamaratona Eridano Adventure, 21 km di trail off road tra città e golena “mai così belli” come l’organizzatore e ideatore Andrea Visioli ha più volte ripetuto. Chiamatelo successo, anzi record: perché così tanti partecipanti in questa gara non si erano mai visti. Merito del detto “l’unione fa la forza” e dello sfondo benefico della gara podistica: accanto a Visioli ha collaborato anche Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina che ha organizzato in Baslenga, da dove tutte le gare sono partite, diverse campestri riservate a giovanissimi atleti (dagli Esordienti ai Cadetti).

Cinquecentocinquanta partecipanti: meglio scriverlo per esteso, per rendere meglio l’idea. E se non pochi sono stati quelli che si sono sfidati lungo la 21 km, la maggioranza ha preso parte a “Corri per Mietta”, la camminata benefica da 7 km (ma vi era anche un percorso semi-agonistico da 10 km, per accontentare tutti) che ha raccolto fondi per la bambina casalese di 4 anni affetta da una rara malattia genetica. Un’avventura per tutti, chi a passo veloce chi con cadenze più da “pantera rosa”, che ha coinvolto anche tanti giovanissimi. Tra i protagonisti, nelle vesti di testimonial, pure il mental coach Andrea Devicenzi. Non sono mancati alcuni passeggini e le biciclette dei baby atleti del Giocainbici Oglio Po, mentre una presenza cospicua è stata quella degli animali a quattro zampe, a proprio agio in particolare nei tratti naturalistici della golena del Po. Da Casalmaggiore a Martignana e ritorno, con alcuni amministratori che hanno deciso di partecipare (ha partecipato anche il sindaco Filippo Bongiovanni), per riscoprire, da podisti e non da turisti, i migliori palazzi di Casalmaggiore, ma anche i parchi (come quello del Polo Romani) e ovviamente il Bosco dei Nascituri e l’attesissimo labirinto (da dove tutti i partecipanti, al di là della distanza, sono passati) di Agoiolo.

Palazzo Porcelli, l’ex asilo Chiozzi, il Museo del Bijou ma anche le vie più strette e caratteristiche, oltre a piazza Garibaldi. E tanto altro: tutto già testato a ottobre dal Palio della Zucca e ora, con piacere e con numeri nettamente migliori, riproposto. Ben visibili anche i vari stand degli sponsor preparati già da sabato nel centro cittadino (E.On, I-Exe, Azienda Farmaceutica Municipale), mentre il desk preso d’assalto è stato, sempre in Baslenga, punto di partenza e di arrivo, quello delle iscrizioni e della vendita delle magliette dedicate a Mietta. I genitori della bimba, Anna e Lorenzo, hanno salutato tutti i partecipanti presso il gazebo della onlus “Il sorriso per Mietta”, donando informazioni a chiunque le chiedesse.

Da evidenziare anche il lavoro dei volontari, che hanno controllato il percorso: Polizia Locale, Protezione Civile, Carabinieri in congedo, Guardie Ecologiche Volontarie e l’Avis Pedale Casalasco a fornire il servizio scopa, ossia di chiusura della gara. Proprio all’Avis, peraltro, è andato in scena il terzo tempo con il pasta party: festeggiando Cattaneo, il cannibale dell’Eridano Adventure (e non solo), che si è così preso pure una tappa del circuito regionale dell’Emilia Romagna; complimentandosi con Fausta Raschi, altra sempre presente, affiliata alla Rivarolo del Re Asd e prima tra le d0nne; ma sorridendo, soprattutto, alla piccola Mietta.

Di seguito ecco i primi tre classificati di ogni categoria:

21 km uomini: Mauro Cattaneo (Marathon Crema) 1.21’36”; Andrea Beati (Quadrifoglio) 1.25’51”; Paolo Monticelli (Polisportiva Torrile) 1.25’55”.

21 km donne: Fausta Raschi (Rivarolo del Re Asd) 1.39’53”; Mariarosa Beneventi (Polisportiva Scandianese) 1.42’33”; Rossella Poli (Atletica Reggio) 1.43’00”.

10 km uomini: Fabio Marchio (Ballotta Camp) 43’12”; Davide Martorana (Running Team Csu) 45’34”; Andrea Menchini (Atletica Casone Noceto) 45’43”.

10 km donne: Marina Lazzarini (Atletica 85 Faenza) 50’22”; Elena Pelati (Cus Parma) 53’19”; Valentina Mastriani (Rivarolo del Re Asd) 58’36”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti