Commenta

Gli ultimi mesi di vita del
Parmigianino al Comunale nel
racconto di Stefano Ventura

Sul palcoscenico i Casalmattori, due ballerine di Dimensione Danza della scuola di Nilla Barbieri, un organo e un flauto racconteranno gli ultimi mesi di vita del Parmigianino trascorsi a Casalmaggiore

Francesco_Girolamo copertinaCASALMAGGIORE – Sabato 25 Marzo, alle ore 21, nel teatro cittadino, Stefano Ventura presenterà il suo quarto libro, Francesco Girolamo, dedicato al Parmigianino. Questa volta lo scrittore casalasco ha voluto che fossero teatro, musica e danza a parlare della sua ultima opera letteraria. Sul palcoscenico i Casalmattori, due ballerine di Dimensione Danza della scuola di Nilla Barbieri, un organo e un flauto racconteranno gli ultimi mesi di vita del Parmigianino trascorsi a Casalmaggiore, dove giunge per sottrarsi alle ire della Confraternita della Steccata in quanto non aveva portato a termine il lavoro da loro commissionatogli. Nella nostra città si dedica anima e corpo a dipingere la pala per la chiesa di Santo Stefano. Ventura immagina un dialogo tra le due anime dell’artista: quella del pittore (Francesco) e quella dell’alchimista (Girolamo) e lo vede, estasiato davanti alla Madonna raffigurata nella cripta del Santuario della Fontana, dialogare con la madre che gli appare all’improvviso poco prima che la morte sopraggiunga. Si dice che volle essere sepolto, nudo, con una croce sul petto, secondo l’usanza dei frati proprio nel nostro Santuario. I Casalmattori saranno interpreti di una riduzione del testo redatta dallo scrittore stesso: l’artista ormai malato, stremato, vicino alla fine vive in una sorta di delirio l’eterno dilaniante dialogo tra Francesco e Girolamo intenti a tirare le somme di una vita interamente dedicata alla pittura, all’alchimia e alla ricerca ossessiva della perfezione.  In un continuo crescendo di emozioni e di pathos saranno la danza di Carlotta Sarzi ed Elena Storti, l’organo e il flauto rispettivamente di Gianluca Oliva e Denise Iembo e il service curato da Emanuele Piseri ad armonizzare l’azione scenica. Il teatro dunque, con la sua imperitura aura magica e onirica, risveglierà dal sonno eterno il Parmigianino che si rivelerà al pubblico attraverso le due anime che tanto hanno incuriosito Stefano Ventura. La serata è a ingresso libero e sarà presentata da Greta Savazzi.

Giovanna Anversa

© Riproduzione riservata
Commenti