Commenta

Papa Francesco tra Milano e
Monza: anche la Protezione
Civile dall'Oglio Po schierata

Un pullman e diversi mezzi sono partiti da Piadena poco dopo le ore 10. Sul posto, sempre attorno al parco di Monza dove si terrà il momento clou della giornata meneghina e brianzola del Papa, anche quindici volontari del gruppo “Il Naviglio” di Canneto sull’Oglio.
Nella foto i pellegrini al parco di Monza in attesa del Papa

MILANO – Papa Francesco a Milano: è questa, senza dubbio, la notizia della giornata di sabato. Una presenza capace di richiamare centinaia di migliaia di fedeli da tutta Italia (e dal mondo: si parla di 700mila iscritti), oltre che un imponente servizio di sicurezza e di ordine pubblico, con la gestione del flusso infinito che affollerà Milano per la visita in piazza Duomo e soprattutto, in seconda battuta, Monza, per la messa programmata al parco.

Proprio a Monza si trovano i volontari casalaschi della Protezione Civile, che affronteranno in particolare il turno pomeridiano: ogni turno prevede la presenza di un centinaio di volontari, per la precisione. Dal Casalasco sono partiti i volontari di Casalmaggiore (“Il Grande Fiume”), Martignana di Po (“Aquile Oglio Po”), Piadena (“Platina”) e Gussola (“Volturnia”): l’impegno sarà quello di presidiare la stazione ferroviaria di Monza e le vie di accesso e di uscita dalla stessa, in particolare per garantire il regolare rientro dei pellegrini dopo la messa prevista per le ore 15 al parco monzese.

Se il turno mattutino impegnerà i gruppi della provincia di Cremona che hanno sede nella zona a nord-ovest del territorio, dunque da Rivolta d’Adda e dal cremasco al capoluogo di provincia, il turno pomeridiano, che inizierà alle ore 15, impegnerà le Protezioni Civili provinciali che da Cremona arrivano appunto fino al Casalasco. Il turno durerà finché il flusso non sarà smaltito, dunque presumibilmente fino a sera. Un pullman e diversi mezzi sono partiti da Piadena poco dopo le ore 10. Sul posto, sempre attorno al parco di Monza dove si terrà il momento clou della giornata meneghina e brianzola del Papa, anche quindici volontari del gruppo “Il Naviglio” di Canneto sull’Oglio, che sono inseriti nella colonna mobile dell’Alto Mantovano, con i gruppi di Castel Goffredo e Asola.

Giovanni Gardani-Maria Luisa Rancati

© Riproduzione riservata
Commenti