Cronaca
Commenta

Devicenzi, il Giro d'Italia diventa internazionale col Progetto Intercultura

“Un saluto particolare - ha rimarcato Devicenzi - a questi giovani che, ancora minorenni, hanno scelto di mettersi in discussione ed allontanarsi per 10 mesi dalle proprie case e famiglie, uscendo abbondantemente dalla propria zona di comfort".

VIADANA – “Il nostro Giro d’Italia Formativo da oggi è International”: così dalla pagina Facebook di Progetto 22 Andrea Devicenzi, atleta paralimpico di Martignana di Po impegnato nel suo 4° Giro d’Italia Formativo, riassume al meglio il senso della tappa di martedì.

Senza bisogno di andare troppo lontano da casa, stavolta, Andrea ha conosciuto infatti ragazzi che invece di chilometri ne hanno fatti parecchi per seguire un interessante progetto. A Viadana, infatti, Andrea ha avuto quello che definisce come “onore e privilegio” di raccontare la propria storia e i propri progetti a giovani provenienti da tutto il Mondo: Costa Rica, Brasile, Cina, Giappone, Ungheria, Turchia, India, Paraguay. Tutto questo grazie a AFS Intercultura Mantova, con Edit Nagy ringraziata pubblicamente per il coinvolgimento nel progetto.

“Un saluto  particolare – ha rimarcato Devicenzi – a questi giovani che, ancora minorenni, hanno scelto di mettersi in discussione ed allontanarsi per 10 mesi dalle proprie case e famiglie, uscendo abbondantemente dalla propria zona di comfort”. Il Giro d’Italia di Andrea continua: e da qualche ora ha assunto i colori del mondo.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti