Commenta

La tradizionale festa delle
Pro Loco esce dall'Oglio
Po e arriva a Pescarolo

Appuntamento il 4 giugno. Quest’anno la manifestazione gode del supporto anche del CISVOL, il Centro di Servizio al Volontariato attivo in provincia di Cremona la cui rappresentante, Sara Ferrari, presente all’incontro di Pescarolo, ha proposto come tema da sviluppare quello dei “Beni Comuni”.

PESCAROLO – La tradizionale festa delle Pro Loco del territorio Oglio Po si terrà quest’anno a Pescarolo, nella centrale Piazza Garibaldi, domenica 4 giugno; così hanno deciso i rappresentanti delle Pro Loco che si sono riuniti nella Sala Consiliare del comune cremonese. Durante l’incontro, Alberto Sarzi Madidini e Maurizio Ziglioli, rispettivamente coordinatori delle Pro Loco del bacino Oglio Po e Sud Cremonese, hanno ringraziato il presidente del sodalizio locale Claudio Dondi e il sindaco Graziano Cominetti per la disponibilità offerta per ospitare quella che sarà la settima edizione della Festa e hanno predisposto le linee guida della giornata.

Dopo Sabbioneta, San Martino dall’Argine, Rivarolo Mantovano, Piadena e Calvatone, è la volta ora di Pescarolo ed Uniti, comune al limite del territorio casalasco vicino a Cremona e alla provincia di Brescia, nel quale le Pro Loco del territorio Oglio Po avranno per la prima volta l’opportunità di far conoscere le proprie attività e i prodotti dei rispettivi comuni di appartenenza. La giornata sarà strutturata sul modello delle edizioni precedenti: il programma prevede stand in piazza dove le Pro Loco distribuiranno materiale informativo e degustazioni di prodotti tipici, un convegno su temi che riguardano il mondo associativo e del volontariato, la visita a siti e musei della località organizzatrice, spettacoli di gruppi storici, bande, cantanti, ecc…

Quest’anno la manifestazione gode del supporto anche del CISVOL, il Centro di Servizio al Volontariato attivo in provincia di Cremona la cui rappresentante, Sara Ferrari, presente all’incontro di Pescarolo, ha proposto come tema da sviluppare quello dei “Beni Comuni”, materia di grande attualità strettamente legata al mondo del volontariato. La festa potrà contare sulla partecipazione di oltre venti Pro Loco mantovane e cremonesi in linea con la volontà degli organizzatori di coprire tutta l’area del territorio Oglio – Po a scavalco delle due province; in questa zona la funzione delle Pro Loco è essenziale in molti settori e fondamentale per lo sviluppo e la promozione del territorio.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti