Cronaca
Commenta

Pomì e Consorzio Casalasco del Pomodoro presenti a Cibus Connect a Parma

Cibus Connect è un nuovo format fieristico incentrato allo sviluppo internazionale del made in Italy alimentare. Oltre alla presenza di 400 aziende, si alterneranno forum internazionali, workshop e incontri d’affari con centinaia di buyer italiani ed internazionali.

PARMA – Ci sarà anche la passione e la qualità del pomodoro firmato Consorzio Casalasco e Pomì alla prima edizione Cibus Connect. Evento organizzato da Federalimentare e Fiere di Parma, in programma il 12 e 13 aprile.

Il Consorzio Casalasco del pomodoro, realtà presente sul mercato dal 1977, sarà presente con una propria postazione nel Padiglione 5 allo stand G048. Uno spazio in cui il gusto e le declinazioni produttive acquistano valori riconosciuti: trasparenza, garanzia, sostenibilità e innovazione. Veri e propri capisaldi del Consorzio a cui non si è mai rinunciato perché la qualità dei prodotti è la vera e unica finalità.

Cibus Connect rappresenta una grande opportunità per incontrare top buyers nazionali e internazionali. L’ingresso a Cibus Connect, non a caso, è aperto solamente al pubblico dei professionisti del food, retail e Ho.Re.Ca nazionale ed estero. Cibus Connect è un nuovo format fieristico incentrato allo sviluppo internazionale del made in Italy alimentare in cui, nella due giorni, oltre alla presenza di 400 aziende, si alterneranno forum internazionali, workshop e incontri d’affari con centinaia di buyer italiani ed internazionali.

Il Consorzio Casalasco del Pomodoro, prima filiera italiana nella coltivazione e trasformazione di derivati del pomodoro, oggi conta 370 aziende agricole associate che coltivano 7.000 ettari di terreno dislocati nella pianura Padana tra le province di Cremona (dove ha sede a Rivarolo del Re), Parma, Piacenza (dove ha stabilimenti di produzione rispettivamente a Fontanellato e Gariga di Podenzano) e Mantova. Una terra che oggi permette alle 550.000 tonnellate di pomodoro fresco raccolto di essere trasformato in simboli autentici della tavola e del made in Italy alimentare.

Qualità e genuinità rimangono sempre al centro del Consorzio declinate attraverso una gamma completa di prodotti che si posizionano nel segmento dei derivati del pomodoro, e non solo. Il tutto impreziosito dallo storico marchio Pomì.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti