Commenta

Basket Oglio Po, playoff
al via: tre nostri team sperano
nel salto (aspettando Viadana)

Solo in C Silver, dove gioca Viadana, è ancora presto per parlare di scontri ad eliminazione diretta. I canarini, infatti, devono difendere la seconda piazza (dietro all’inarrivabile Juvi Cremona, che per fortuna finirà in una diversa griglia playoff) dall’assalto del Seriana Nembro nell’ultima giornata di campionato.
Nella foto Piadena saluta il pubblico dopo il ko in gara-2 di finale lo scorso anno

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più? Per raccontare la post season delle nostre squadre di basket potremmo cominciare da Lucio Battisti e da una delle due strofe più celebri. Perché Piadena-Robur Saronno, quarto di finale di serie C Gold, ha radici nel passato recente di questa categoria. Meno di dodici mesi fa, infatti, Piadena e Saronno si sfidavano nel match di finale per salire in serie B.

Saronno vinse in casa di misura e poi trionfò a Piadena grazie ai primi due quarti dilaganti, evitando così il tentativo di rimonta disperata dei ragazzi di coach Mazzali. Perché, si chiederà il lettore attento, Piadena-Saronno si rigioca in C Gold, dato che i milanesi, in teoria, sono stati promossi? Beh, semplice: la Robur in estate ha rinunciato al salto di categoria. Una scelta non così rara che però, oggettivamente, toglie spessore e importanza al risultato del campo. In ogni caso, stavolta Piadena è favorita: l’anno scorso sfidò da seconda Saronno che chiuse primo nel suo girone; stavolta Piadena ha sigillato il proprio terzo posto, peggiorando dunque di una posizione il ruolino, ma i milanesi sono giunti sesti nel proprio quadrante. Gara-1 domenica alle 18 a Piadena, gara-2 mercoledì alle 20.30 in trasferta, poi eventuale bella sempre a Piadena, con il Corona Platina che avrà dunque il vantaggio del fattore campo grazie al miglior piazzamento di regular season.

In C Silver, dove gioca Viadana, è invece ancora presto per parlare di scontri ad eliminazione diretta. I canarini, infatti, devono difendere la seconda piazza (dietro all’inarrivabile Juvi Cremona, che per fortuna finirà in una diversa griglia playoff) dall’assalto del Seriana Nembro nell’ultima giornata di campionato. Squadre, ad oggi, appaiate al secondo posto, ma Viadana avanti negli scontri diretti. Nell’ultimo turno il prossimo 21 aprile Viadana sfida in casa la Sas Pellico Verolanuova, ormai certa dei playoff ma a caccia di un piazzamento, Seriana invece ospita il Bancole, fuori da tutto.

Anche la serie D entra nel vivo con i playoff: un nuovo campionato, come si dice in gergo, che lo scorso anno portò Casalmaggiore fino all’ultimo atto contro la corazzata Erba, che ottenne la promozione soltanto in gara-3, in casa propria, dopo sfide davvero ricche di emozioni e agonismo (gara-2 finì con la tripla sulla sirena che consacrò l’E’ Più e fece sognare un salto, mancato poi all’ultimo tuffo).

Il Casalasco è è presente in due diversi tabelloni: la Tazio Magni Gussola, quarta in classifica, affronta Cologno al Serio, con gara-1 fissata il 23 aprile in casa. Partita equilibrata, sulla carta, tra quarta e quinta di due gironi diversi, con i rossoblu che avranno la possibilità di giocare due gare su tre, in caso di eventuale bella, tra le mura amiche. Brutta gatta da pelare, casomai, quella del turno successivo, ossia della semifinale, dove ad attendere Gussola o Cologno al Serio potrebbe essere la capolista del gruppo D Busto Arsizio, impegnata in un incrocio iniziale decisamente abbordabile con Mojazza Milano.

Chiudiamo con Casalmaggiore, che ha chiuso al terzo posto (piccolo peggioramento rispetto al 2015-2016) e il 22 aprile aprirà la serie dei quarti contro l’Ardens Sedriano Basket in Baslenga. Anche qui favori del pronostico per i casalesi che mirano a sfidare, in semifinale, la vincente di Novate Milanese-Mandello al Lario. Se passa Novate, Casalmaggiore avrebbe poi il fattore campo a sfavore sin dal secondo turno dei playoff, a differenza dello scorso anno quando Corbetta in semifinale venne sconfitta in gara-3 in Baslenga. La buona notizia, in ogni caso, è che non sono previsti derby tra le nostre, né nei quarti, né in semifinale, né nell’eventuale finale. Sognare un bis dalla serie D alla C Silver è forse eccessivo, ma sulla carta non impossibile.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti