Commenta

Save the Bobby, Viadana
invasa da folla festante
Edizione da record

l'area MuVi non è riuscita a più riprese a contenere le migliaia di persone che si sono avvicendate. Stand Gastronomico (ottimamente gestito dalla Croce Verde), bar, spazio cantina, e tantissima musica sino dalla mattina.

VIADANA – Settantacinque mila euro in dieci anni di beneficenza, e quest’anno un obiettivo ambizioso da raggiungere. Un ciclo di terapie per Mietta, la bimba di Casalmaggiore affetta da una malattia genetica che ha bisogno di terapie particolari. Obiettivo che – i numeri sono confortanti – verrà con molta probabilità raggiunto. Non è il solo traguardo che gli organizzatori si sono posti, ma è il più grande, a livello economico. Oltre a Mietta, c’è l’aiuto per gli Orti Sociali Sinergici di Casalmaggiore e Viadana e in più lo spazio riservato ad Amurt.

Il Save the Bobby fa il pieno. Una edizione da record tanto che l’area MuVi non è riuscita a più riprese a contenere le migliaia di persone che si sono avvicendate. Stand Gastronomico (ottimamente gestito dalla Croce Verde), bar, spazio cantina, e tantissima musica sino dalla mattina. Con la presenza anche di Gaia Gozzi, graditissima sorpresa, che non ha voluto mancare. Non sono mancate le iniziative per i più piccoli (con uno spazio a loro dedicato). “Il paese è letteralmente invaso da gente – racconta Giovanna Anversa che lo ha seguito tutto e lo seguirà sino al termine – da zero a 80 anni. Un’atmosfera pazzesca a livello umano. Condivisione e solidarietà, qui si respira questa atmosfera. Un’atmosfera unica”.

Domani l’articolo con il resoconto completo della manifestazione ma già da adesso i numeri fanno pensare ad un’edizione straordinaria. Un ricordo doloroso, quello della prematura scomparsa di Roberto ‘Bobby’ Gozzi e Gianluigi ‘Nino’ Baroni, che un manipolo di folli ha saputo trasformare (prima da amici, da sei anni a questa parte con un’associazione vera e propria costituitasi per fini solidaristici) in costruzione, in qualcosa di positivo e assolutamente unico. Una proposta vincente insomma, che ha dato loro ragione.

Nazzareno Condina (Foto: Giolanuit-Sportfoglio)

© Riproduzione riservata
Commenti