Commenta

Polizia Locale: Vivaro già
in pista, la consulta Sicurezza
fa il punto sul parco mezzi

“E’ vero - ha precisato Bongiovanni - che gli investimenti sugli autoveicoli della Polizia Locale sono fuori dalle limitazioni imposte dalla legge, ma è chiaro che per un comune è sempre molto complesso attingere al bilancio. Per questo aspettiamo con fiducia il bando regionale del prossimo anno”.

CASALMAGGIORE – Il guasto all’Opel Vivaro della Polizia Locale di Casalmaggiore occorso lo scorso sabato, che ha lasciato il quattro ruote, usato come un vero e proprio ufficio mobile, in mezzo alla strada, con via Bixio chiusa momentaneamente al traffico, va considerato come una coincidenza sfortunata. Certo però l’amministrazione comunale ha colto l’occasione, proprio mercoledì mattina, per trattare l’argomento all’interno della consulta Sicurezza con il sindaco Filippo Bongiovanni in testa. Un punto della situazione più che mai attuale e forse anche necessario.

L’ultimo investimento in termini di parco veicoli è dell’anno scorso, quando grazie a un bando regionale, il comune ha dotato la Polizia Locale di una Golf nuovissima, appunto immatricolata nel 2016. E’ stato questo, però, il primo acquisto dal 2005. In media, questi mezzi, che hanno ovviamente costi e dunque ammortamenti importanti, hanno una durata di una decina di anni, che però si cerca di prolungare ulteriormente per i mezzi più costosi, come lo stesso Vivaro, acquistato proprio nel 2005 al prezzo di 80mila euro. A chiudere il parco veicoli anche una Opel Astra, risalente sì al 2002, dunque abbastanza vecchia, che però non viene utilizzata molto e ha un chilometraggio basso, dato che serve essenzialmente per arrivare davanti alle scuole e dirigere il traffico: si parla di pochi chilometri al giorno in totale. Completano il quadro due motocicli Honda del 2003, che non danno particolari problemi, e due biciclette.

In buona sostanza, l’insieme non è così disastroso, anche se il comune ha detto di voler prestare molta attenzione alla strumentazione a disposizione della Polizia Locale, ovviamente indispensabile per poter gestire e fornire un buon servizio. “E’ vero – ha precisato Bongiovanni – che gli investimenti sugli autoveicoli della Polizia Locale sono fuori dalle limitazioni imposte dalla legge, ma è chiaro che per un comune è sempre molto complesso attingere al bilancio. Per questo aspettiamo con fiducia il bando regionale del prossimo anno”. Tornando al caso sotto gli occhi di tutti, quello del Vivaro, va detto che il mezzo, per quanto anziano e del 2005, ha un motore praticamente nuovo di zecca, sostituito nel 2015. E va aggiunto che lo stesso è già tornato in pista, del tutto funzionante. Insomma, per la Consulta Sicurezza giusto tenere alta la soglia di attenzione, senza però creare urgenze che, ad oggi, non sembrano essere così pressanti.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti