Commenta

"Non si vede che col cuore",
Santa Federici e Girasoli
alla prova del fitness a teatro

"La speranza - ha evidenziato Cirelli - è che dopo “Io speriamo che me la cavo”, primo spettacolo di questo tipo ideato lo scorso anno, la partecipazione già ottima sia ancora superiore: soprattutto speriamo che stavolta le istituzioni accolgano il nostro invito e quello di questi 15 ragazzi che mettono tutto loro stessi in scena".

CASALMAGGIORE – Un lavoro intenso di un anno condensato in una data, anzi due. Il 27 maggio prossimo i ragazzi della Santa Federici e per la prima volta anche della cooperativa I Girasoli, una quindicina nel complesso, saranno protagonisti dello spettacolo “Non si vede che col cuore” che andrà in scena al Teatro Comunale. Poi, come già lo scorso anno, lo stesso show sarà riproposto in forma gratuita in piazza Garibaldi a Casalmaggiore il 29 giugno, nell’ultimo dei quattro Giovedì d’Estate.

Il progetto coinvolge Santa Federici, appunto, con la responsabile Cristina Cirelli, e la Dance Academy di via Galluzzi, gestita da Luisa Sartori che non a caso fa parte del Team Italia Country Fitness dove è la promotrice di attività per ragazzi disabili. Proprio Cirelli e Sartori hanno presentato venerdì mattina lo spettacolo e soprattutto il lavoro che vi è dietro e l’obiettivo di una iniziativa come questa. “Abbiamo voluto portare la disabilità in un contesto di normalità – è stato spiegato – consentendo anche a ragazzi che spesso hanno disabilità gravi di entrare a fare parte di una coreografia e di uno spettacolo basato sul movimento”.

Luisa Sartori propone, del resto, corsi di Pound, Step, Aerobica, Dancing, Zumba, Country Fitness e non solo a un centinaio di persone, di cui 87 bambini dai 3 ai 15 anni, ma da tre stagioni ormai s’è presa a cuore anche i ragazzi della Santa Federici. Da lì l’idea: così come viene realizzato un saggio per i vari iscritti alla palestra, che quest’anno cadrà il 10 giugno con “Un salto grande un sogno”, sempre a teatro, perché non creare uno spettacolo anche per i ragazzi della Santa Federici?

I progetti si pagano da soli, con il costo del biglietto, acquistabile presso la Dance Academy di via Galluzzi, la Santa Federici di via Romani o il Concass in via Corsica col progetto “Fare Legami”, e con la vendita di magliette direttamente a teatro la sera dello show. “La speranza – ha evidenziato Cirelli – è che dopo “Io speriamo che me la cavo”, primo spettacolo di questo tipo ideato lo scorso anno, la partecipazione già ottima sia ancora superiore: soprattutto speriamo che stavolta le istituzioni accolgano il nostro invito e quello di questi 15 ragazzi che mettono tutto loro stessi in scena. Anche per capire cos’è e cosa fa la Santa Federici”. Appuntamento dunque al prossimo 27 maggio, non prima di avere ringraziato il sostegno della Baia, di Denise Cominotti, del Lions, delle Chitarre Casalasche e del Concass. Il biglietto è in vendita al costo di 10 euro. Per informazioni 347-3881205 (Luisa Sartori) oppure 347-3715299 (Cristina Cirelli).

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti