Ultim'ora
Commenta

Raduno Ducati, 150
bolidi rossi "incendiano"
il cuore di Casalmaggiore

Per l'organizzazione patrocinata dalla Pro Loco ha lavorato un team formato dallo stesso Vallari, Alessandro Mori, Katia Braga, Tiziano Stabili, Filippo Barbiani, Francesco e Alessandro Manfredi, Marco Musa di Casalmaggiore e Manuel Aroldi di Viadana. Insieme ovviamente a Giorgio Catalano, che ha creato il gruppo Facebook.

CASALMAGGIORE – Seconda edizione e secondo boom. Con il boato rigorosamente della Desmosedici Ducati. E’ stato organizzato tutto, come lo scorso anno, interamente col passaparola grazie al gruppo Facebook “Il Popolo Rosso Noi Ducatisti” che è gestito da Giorgio Catalano di Casalmaggiore e che conta 2500 iscritti.

Proprio Casalmaggiore ha fatto dunque da “piazza” di ritrovo tra la zona industriale, piazza Garibaldi e piazza Turati, dietro al comune. “Il raduno è stato pensato per aprire la stagione tutti in compagnia dato che ormai si può dire che ci conosciamo quasi tutti” spiega Marco Vallari, che ha preso parte all’evento. Per l’organizzazione patrocinata dalla Pro Loco ha lavorato un team formato dallo stesso Vallari, Alessandro Mori, Katia Braga, Tiziano Stabili, Filippo BarbianiFrancesco e Alessandro Manfredi, Marco Musa di Casalmaggiore e Manuel Aroldi di Viadana. Insieme ovviamente a Catalano.

Erano presenti circa 150 moto provenienti da tutta Italia e anche dalla vicina Svizzera. I più lontani sono arrivati persino dalla Puglia, portandosi dietro dunque un chilometraggio notevole. “Abbiamo fatto ritrovo alla Tana del Luppolo – spiega Vallari – seguito da un giretto per Casalmaggiore con sosta aperitivo dal “Tato” (il locale “Piasa Vecia, ndr) e poi siamo rientrati alla Tana per il pranzo”. Da ricordare che sono sta esposte proprio vicino al locale che ha ospitato il pranzo sono diverse moto da corsa Desmosedici, in particolare presso lo stand di Robby Moto che ha anche aiutato nella gestione del gruppo durante i tragitti. Da sottolineare anche la presenza dello stand di Amurt con cui gli organizzatori hanno collaborato, per unire divertimento e solidarietà.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti