Commenta

Residenze d'Italia, in via
Cavour struttura per anziani
con mini alloggi e ambulatori

Nasceranno, in sintesi, 13 ambulatori, la sede della stessa cooperativa e anche 13 mini alloggi da due posti l’uno: tutto all’interno di un progetto di rete, come è nella volontà di chi ha dato il via a questa piccola rivoluzione. Di fatto gli anziani con fragilità o problemi potranno vivere in questi spazi di locazione assistita.

CASALMAGGIORE – Settemila metri quadrati e di fatto tre immobili riqualificati in pieno centro storico a Casalmaggiore. E’ questo il progetto che da maggio vedrà i suoi primi passi, con relativo cantiere, e che rivoluzionerà via Cavour: interessati sono tutto lo stabile ex City hotel, l’ex asilo Chiozzi e anche l’ex Mobilificio Cavalca. L’investimento è di Elvezio Storti, itolare della ditta Trasporti Pesanti, mentre il progetto, approvato anche dal comune di Casalmaggiore, porterà alla costruzione di una struttura di residenzialità assistita per anziani mediante il progetto Residenze d’Italia seguito dalla cooperativa “Progetto Assistenza”.

Nasceranno, in sintesi, 13 ambulatori, la sede della stessa cooperativa e anche 13 mini alloggi da due posti l’uno: tutto all’interno di un progetto di rete, come è nella volontà di chi ha dato il via a questa piccola rivoluzione. Di fatto gli anziani con fragilità o problemi potranno vivere in questi spazi di locazione assistita (con copertura 24 ore su 24 mediante personale infermieristico e medico qualificato) con un canone mensile di 1500 euro. Gli ambulatori, al primo e secondo piano raggiungibili con ascensore, sono previsti nella zona ex City e potrebbero essere poi ampliati verso Cavalca, ma di certo la vicinanza degli stessi sarà di grande ausilio per gli stessi anziani. Peraltro i poliambulatori ospiteranno i quattro medici che già in via Cavour ricevono. A maggio il via al cantiere, che entro l’anno dovrebbe essere terminato, dando così il via all’operatività della struttura.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti