Cultura
Commenta

Il Centro Aggregazione Giovanile apre oggi: Viadana riscopre nuovo luogo culturale

"Il C.A.G. vuole quindi essere - spiega Ilaria Zucchini, assessore alla Cultura - un valido strumento di supporto a famiglie e scuola a 360 gradi: un ulteriore servizio che l'Amministrazione mette a disposizione per chi ne ha esigenza. Questo progetto parte in via sperimentale".

VIADANA – L’ex ludoteca diventa C.A.G. (Centro di Aggregazione Giovanile), in quanto la ludoteca non rientra a pieno titolo tra le unità offerta socio-assistenziali previste dalla normativa regionale. La riapertura e la riqualificazione, dopo anni di chiusura e di abbandono della struttura, sono una priorità per l’Amministrazione e in particolare dell’Assessorato all’Istruzione.

Lo spazio viene così riqualificato, mantenendo il concetto base di “ludoteca”, ossia di spazio protetto, formativo e culturalmente stimolante, un luogo in cui poter fare esperienza di momenti di amicizia, aggregazione ed integrazione, guidati da educatori appositamente formati, i quali hanno gli strumenti teorici e pratici per poter organizzare, gestire e coordinare attività e laboratori da svolgere insieme, con la possibilità di utilizzare materiale strutturato e di cui non sempre le famiglie dispongono. Con l’affidamento del servizio alla cooperativa Il Poliedro di Guastalla, la quale ha presentato una proposta valida e rispondente alle esigenze del territorio, il C.A.G. ha un valore aggiunto: due pomeriggi a settimana diventa spazio protetto in cui i bambini segnalati dalle scuole (difficoltà a svolgere i compiti individualmente) possono svolgere i propri compiti, affiancati da educatori preparati.

“Il C.A.G. vuole quindi essere – spiega Ilaria Zucchini, assessore alla Cultura – un valido strumento di supporto a famiglie e scuola a 360 gradi: un ulteriore servizio che l’Amministrazione mette a disposizione per chi ne ha esigenza. Questo progetto parte in via sperimentale, in attesa di verificare la risposta delle famiglie e risponde ad una precisa volontà politica dell’Amministrazione, ossia quella di contribuire in maniera attiva alla formazione dei cittadini viadanesi sin dall’infanzia, integrandosi con gli altri enti educativi facendo rete e cercando di dare una valida alternativa il più possibile di qualità a un prezzo direi molto contenuto (30 euro per 7 mesi)”. Il servizio parte proprio martedì. A breve partirà anche il servizio di doposcuola per due pomeriggi a settimana.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti