Cultura
Commenta

Casalmaggiore pronta all'onda pacifica dei Sikh: sabato il corteo nella festa di Vaisakhi

Un momento che non mancherà di richiamare curiosi e che chiaramente porterà a una regolamentazione particolare del traffico, grazie al lavoro della Polizia Locale. Il corteo, stando alla comunicazione ufficiale arrivata in comune con la richiesta della comunità Sikh, dovrebbe chiudersi alle 18.

CASALMAGGIORE – Partiranno ancora una volta dal loro centro culturale, in via Galluzzi, da dove già lo scorso anno il corteo si snodò. La marea colorata degli indiani Sikh animerà Casalmaggiore per l’intero pomeriggio di sabato, in una manifestazione che sta ormai diventando una tradizionale molto pacifica e apprezzata anche dalla cittadinanza locale. Un evento molto sentito, a livello religioso, quello legato alla festa di Vaisakhi, ricorrenza (una delle tante, diversificate anche sul calendario) che da secoli richiama la comunità Sikh e che già lo scorso anno portò a Casalmaggiore centinaia di rappresentanti di questa etnia anche dalle vicine province di Mantova, Parma, Reggio Emilia e Brescia.

Il corteo partirà alle ore 14 di sabato e presso il centro culturale si troveranno il Libro Sacro e i vari gazebo, oltre alla zona cucina con prodotti tipici indiani, tra bevande e cibi. Dopo di che la sfilata, al solito molto colorata e ritmata da canti sacri, arriverà, percorrendo la Castelnovese, fino a 200 metri circa da piazza Garibaldi: da via Porzio, infatti, i Sikh svolteranno a sinistra su via Colombo e poi da via Cairoli faranno ritorno alla loro sede. Un momento che non mancherà di richiamare curiosi e che chiaramente porterà a una regolamentazione particolare del traffico, grazie al lavoro della Polizia Locale. Il corteo, stando alla comunicazione ufficiale arrivata in comune con la richiesta della comunità Sikh, dovrebbe chiudersi alle 18. In realtà è probabile che la festa si concluda almeno un’ora prima.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti