Ultim'ora
Commenta

Eric, il 'senza famiglia' che
si sta lasciando andare
cerca un cuore buono

"Lui intanto aspetta sul divano, conta i giorni che passano, vede le stagioni che si susseguono. E spera che un giorno qualcuno decida di aprire la sua porta di casa e il suo cuore"
Nella foto a destra Eric com'era qualche mese fa. Nelle tre foto al centro e a sinistra Eric adesso

CALVATONE – A lungo andare si perde il gusto per la vita, soprattutto se la vita ti riserva spazi angusti e nessuna possibilità di arrivare a sera al caldo tepore di una famiglia che ti vuole bene. Succede agli uomini che si ‘buttino giù’, che la luce della vita si spenga come la fiammella di una candela all’esaurirsi della cera, succede anche agli amici a quattro zampe.

La storia di Eric è una di queste. “Ultimamente ha perso quella vitalità ed energia che lo contraddistinguevano. Eric – spiegano i volontari de la Cuccia e il Nido – nelle ultime settimane ci appare depresso e apatico, il box è stretto per un cane socievole come lui, abituato alle attenzioni e alle coccole. Stiamo cercando di tirargli su il morale portandolo con noi nella cucina del Rifugio, in modo che stia a contatto con i volontari, ma come vedete dalle foto ci vuole ben altro per rallegrarlo…”.

Eric è un mix labrador levriero giunto alla soglia dei dieci anni, taglia media sui 25-28 kg, già sterilizzato. La storia è piuttosto triste: ha vissuto per circa un anno in una famiglia in cui non era trattato bene ed è poi stato affidato ad una seconda famiglia, che pare non sia riuscita a gestire il suo forte attaccamento verso un solo membro. La famiglia si è rivolta ad un educatore ma non avendo la possibilità di svolgere un percorso rieducativo a casa ha deciso di rinunciare. Da un giorno all’altro il meticcio si è ritrovato in un altro dove, tra visi sconosciuti, in gabbie e solo a dover proseguire il viaggio.

“È stato rinunciato dalla sua famiglia 8 mesi fa. Chissà – proseguono i volontari – magari all’inizio pensava che fosse solo un distacco temporaneo. E forse solo ora ha realizzato che la sua e famiglia non verrà più a riprenderlo. In Rifugio Eric non ha mai creato scompiglio, è un cane buono, docile, sempre alla ricerca del contatto umano, va d’accordo con le cagnoline, adora giocare e dormire sul divano. È bravissimo in macchine e a farsi lavare presso la toelettatura. Inoltre è già sterilizzato! È un cane dal carattere d’oro, ma questo non è bastato a trovargli una famiglia amorevole. Lui intanto aspetta sul divano, conta i giorni che passano, vede le stagioni che si susseguono. E spera che un giorno qualcuno decida di aprire la sua porta di casa e il suo cuore”.

Nelle foto si vede un cane con tanta gioia di vivere e un cane che si sta lasciando andare. Difficile credere che sia lo stesso esemplare, ma è così. Nella speranza che qualcuno si accorga di lui, prima che sia troppo tardi.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti