Cronaca
Commenta

Figli e genitori insieme per capire le emozioni: positiva l'esperienza al Dedalo 2000

La realizzazione del laboratorio è stata fortemente sostenuta dalla dirigente dott.ssa Maria Assunta Balestrieri che ha sempre creduto nell’importanza di progetti mirati al benessere psicosociale e li ha introdotti nel proprio Istituto. L'iniziativa rientra nel progetto Fare Legami.

GUSSOLA – Nell’ambito del progetto Fare Legami, finanziato da Fondazione Cariplo, a valenza provinciale, si sono attivati sul territorio casalasco laboratori di comunità che hanno coinvolto i quattro istituti comprensivi scolastici, attraverso un processo di condivisione che ha portato ogni scuola a progettare in modo integrato azioni specifiche per coinvolgere i genitori e la comunità stessa.

Il primo laboratorio avviato e concluso è stato quello dell’Istituto Dedalo 2000 che, attraverso una concreta collaborazione tra Consorzio Casalasco Servizi Sociali (Concass), Cooperativa Santa Federici di Casalmaggiore, insegnanti dell’Istituto, in particolare le coordinatrici del progetto Rosi Chezzi (della scuola dell’infanzia di Martignana) e Alessandra Nolli (della scuola primaria di San Giovanni in Croce), ha realizzato il progetto “Mindfulness a scuola”.

Il progetto ha visto il coinvolgimento di circa 50 bambini del gruppo grandi della scuola per infanzia di Martignana di Po e delle classi terze della scuola primaria di San Giovanni e dei rispettivi genitori. Gli incontri, che sono stati tenuti dalla psicologa e psicoterapeuta dott.ssa Valentina Pomati, hanno permesso ai partecipanti di favorire la consapevolezza delle proprie emozioni, dei propri pensieri, dei meccanismi attentivi e di sviluppare la presenza mentale rallentando il ritmo del fare quotidiano. La dott.ssa Pomati ha utilizzato le tecniche derivanti dalla moderna analisi del comportamento di stampo contestualista, dall’Acceptance and Commitment Therapy (ACT) e dalla Mindfulness. Negli ultimi anni la meditazione è stata sperimentata con risultati incoraggianti nell’ambito dell’età evolutiva in contesti scolastici offrendo un aiuto significativo a bambini, ragazzi, insegnanti e genitori.

Venerdì 19 maggio si è svolto l’incontro finale di restituzione durante il quale si è dato voce agli attori del Laboratorio attraverso l’esposizione dei lavori prodotti durante il percorso, la proiezione di foto e la lettura di testi significativi scritti dagli stessi bambini. Inoltre è stato realizzato, grazie allo staff tecnico di Fare Legami, un video che verrà pubblicato sulla pagina www.farelegami.it e sulla pagina facebook “fare legami” che vede protagonisti in una intervista doppia genitori e figli.

La realizzazione del laboratorio è stata fortemente sostenuta dalla dirigente dott.ssa Maria Assunta Balestrieri che ha sempre creduto nell’importanza di progetti mirati al benessere psicosociale e li ha introdotti nel proprio Istituto. Durante l’incontro finale si è percepito in modo chiaro la capacità di tali progetti di costruire legami che vadano oltre ai ruoli istituzionali. Significativo inoltre è stato il desiderio reciproco di incontrarsi e conoscersi meglio che ha fatto scaturire un momento conviviale che ha visto coinvolti insegnanti bambini, genitori e altro personale scolastico, chiara occasione di consolidamento del senso di appartenenza.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti