Cronaca
Commenta

Croce Rossa, il 5 giugno via ai lavori nuova sede: firmato il contratto con La Solidarietà

Venti persone impegnate e poi l’accordo trovato su un ribasso del 23.87 con La Solidarietà di Gussola. Da 603mila euro di base d’asta si è scesi a 465mila euro comprensivi anche dei vari oneri sulla sicurezza. "Abbiamo premiato una ditta del territorio, perché al territorio abbiamo guardato in fase di gara" ha spiegato Berardi.

CASALMAGGIORE – La firma sul contratto è stata assieme l’ultimo e il primo atto. L’ultimo, nella fattispecie, di un iter burocratico e di una gara d’appalto che si è chiusa; e il primo di una nuova avventura, molto attesa e a suo modo storica per la Croce Rossa Italiana sezione di Casalmaggiore. Il 5 giugno, infatti, i lavori di costruzione della nuova sede, in fregio alla strada Asolana e raggiungibile in sicurezza dalla vicina ciclabile, finalmente partiranno.

Cronoprogramma rispettato, come il presidente della sezione casalese Rino Berardi ha avuto modo di evidenziare, citando uno per uno tutti i protagonisti del lavoro, spesso oscuro e dietro le quinte, che ha portato a questo risultato: venti persone impegnate e poi l’accordo trovato su un ribasso del 23.87 con La Solidarietà di Gussola. Da 603mila euro di base d’asta si è scesi a 465mila euro comprensivi anche dei vari oneri sulla sicurezza, chiaramente non soggetti a ribasso. “Abbiamo premiato una ditta del territorio, perché al territorio abbiamo guardato in fase di gara – ha spiegato Berardi – e siamo contenti anche dello sforzo fatto da La Solidarietà, che entrerà nell’albo marmoreo per i benefattori, alto quattro metri, che sarà aggiornato di anno in anno e verrà installato sotto il porticato della futura sede”.

Claudio Pinardi, presidente della cooperativa edile, ha ringraziato la Croce Rossa per l’opportunità e rimarcato l’importanza territoriale di tale iniziativa, della quale La Solidarietà ha compreso subito le finalità. “Ora rispetteremo il cronoprogramma e, se possibile, proveremo ad anticipare i tempi”. A tal proposito, tra marzo e aprile 2018 è prevista la consegna dei lavori secondo il contratto seguito passo passo dall’avvocato Paolo Antonini. Berardi ha però ricordato soprattutto il lavoro dell’ingegner Aldo Gerevini e di Mantovani e Malavasi, parlando di anelli tutti agganciati l’uno all’altro, ciascuno dei quali ha fatto la sua parte.

Da qui la presenza del geometra Gianluca Pirotti che ha realizzato il progetto, seguito anche, per la cooperativa che lo realizzerà, dal geometra Giuseppe Grossi. Un’opera per la quale sono stati ringraziati tutti i volontari e i componenti del consiglio di Croce Rossa Casalmaggiore, presenti in sala al momento della firma ufficiale, Teresa Schiroli, Alfonso Ventura, Angelo Martani, Luigi Borghesi e Max Motti. “Si apre una nuova fase storica dopo il nostro centenario – ha rimarcato Berardi – dato che dal 1954 ad oggi la nostra sede era qui alla casa di riposo Busi e prima ancora ci siamo mossi tra via Cairoli e via Formis. Ora realizziamo il sogno di una nuova sede, tutta nostra, e strategica per il territorio”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti