Cronaca
Commenta

Facchini, l'esposto sindacale in mano all'avvocato: "Accuse e diffusione illegittime"

La Viadana Facchini soc. Coop a r.l. agirà in giudizio in ogni sede competente al fine di ottenere anche il risarcimento dei gravissimi danni che sia la società che suoi esponenti aziendali stanno subendo, peraltro in una delicatissima fase di crisi aziendale.

VIADANA – Viadana Facchini si difende e dà mandato all’avvocato Gianluigi Bonifati di agire nella competente sede giudiziale. Motivo dell’azione legale il comunicato, diffuso ieri durante la manifestazione dei lavoratori della Viadana Facchini, in cui si preannunciava un esposto denuncia con accuse pesanti nei confronti della società. Questo il testo dell’avvocato Bonifati, pubblicato in maniera integrale: “Nella odierna mattinata (ieri per chi legge, ndr), nel corso di una manifestazione indetta da due diverse sigle sindacali in Viadana, è stata diffusa la riproduzione di un esposto denuncia (apparentemente) indirizzato a numerose autorità avente ad oggetto fatti e atti pretesamente riconducibili alla Viadana Facchini soc. Coop a r.l. e a suoi esponenti aziendali. Il contenuto dell’esposto è privo di qualsivoglia fondamento ma in ogni caso la sua diffusione è palesemente illegittima e arbitraria.

Comunico di aver ricevuto mandato dalla Viadana Facchini soc. Coop a r.l. di agire in ogni competente sede giudiziale:

1 – al fine di contestare il contenuto dell’esposto e di farne accertare la totale infondatezza;

2 – al fine di far accertare la gravissima irregolarità delle modalità con cui sono state raccolte molte delle sottoscrizioni degli (apparenti) firmatari dell’esposto;

3 – al fine di far cessare tutte le condotte poste in essere per diffondere al pubblico il contenuto dell’esposto, la cui assenza di aderenza al vero (nella più restrittiva delle ipotesi) altro non configura se non il deliberato intento di ledere il nome e la storia della società da me assistita, oltre che l’onore e il decoro dei suoi esponenti aziendali.

La Viadana Facchini soc. Coop a r.l. agirà in giudizio in ogni sede competente al fine di ottenere anche il risarcimento dei gravissimi danni che sia la società che suoi esponenti aziendali stanno subendo, peraltro in una delicatissima fase di crisi aziendale. Comportamenti come quelli oggi posti in essere – nel corso della legittima manifestazione dei lavoratori – non hanno nulla a che vedere con la ancorché aspra ma corretta dialettica tra le parti, ma hanno il solo ed unico scopo di ledere l’onore e il decoro della società da me assistita (oltre che di suoi esponenti)”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti