Commenta

Marcia della Pace, l'Acli
coinvolge scuole e associazioni
del territorio il 6 giugno

"Contrariamente a quanto si possa pensare - spiegano gli organizzatori - il centro di Casalmaggiore sarà il punto d'incontro e non il punto di partenza; i cortei partendo dai plessi scolastici vogliono simboleggiare un'abbraccio festoso alla città come dire che la gioia di sentirsi uniti è un contributo per costruire la pace".

CASALMAGGIORE – Il prossimo 6 giugno si terrà a Casalmaggiore la manifestazione “Marcia per la Pace” con il titolo “La Pace è… partendo da me” manifestazione organizzata in stretta collaborazione con il plesso scolastico Polo Romani diretto da Luisa Caterina Maria Spedini, dal quale partiranno alle ore 9,30 circa 190 ragazzi. L’evento, promosso da Acli Casalmaggiore, prevede una partecipazione che si inserisce in un più ampio progetto triennale di proposta formativa denominato “la scuola educa alla pace”. I ragazzi accompagnati percorreranno alcune vie di Casalmaggiore per poi giungere verso le ore 10 in piazza Garibaldi. Non mancheranno studenti della scuola media Diotti, delle scuole primarie Marconi di Casalmaggiore, Vicobellignano e Vicomoscano, con la dirigente Cinzia Dall’Asta: oltre 300 giovani guidati e coordinati dai loro insegnanti con cartelli multicolori inneggianti alla pace con ritrovo sempre alle 10 in piazza. A completare il corteo 84 bambini delle scuole dell’infanzia Marconi e San Giuseppe.

“Contrariamente a quanto si possa pensare – spiegano gli organizzatori – il centro di Casalmaggiore sarà il punto d’incontro e non il punto di partenza; i cortei partendo dai plessi scolastici vogliono simboleggiare un’abbraccio festoso alla città come dire che la gioia di sentirsi uniti è un piccolo contributo per costruire la pace. Siamo certi che dando ai nostri giovani continui messaggi di tolleranza, fraternità, uguaglianza fra i popoli e pace, pace anche tra di noi, tra vicini di casa, in famiglia, fino ad arrivare a quella pace mondiale che ora è minata da tanti troppi conflitti e violenza, una pace tanto gridata da Papa Francesco”.

“Come ci ricorda il nostro Vescovo Antonio Napolioni in una sua recente lettera indirizzataci – continuano gli organizzatori – malgrado le difficoltà non bisogna perdere la fiducia. E’ doveroso continuare a operare per la pace, ad essere artefici di pace. La pace è un bene di tutti. Ciascuno è chiamato ad essere costruttore di pace nella verità e nell’amore. E noi di ACLI con l’appoggio e la collaborazione di tante associazione del Casalasco quali Tavola della Pace di Cremona, Popoli in dialogo, Amici del dialogo, Persona Ambiente, Amurt, Mia, Amici di Emmaus, Coop Nonsolonoi, La tenda di Cristo, ANPI Casalmaggiore, CGIL, CISL e UIL, ci crediamo e accogliamo questo messaggio. Saranno nostri ospiti e relatori della manifestazione don Fabio Corazzina, parroco di Santa Maria in Silva a Brescia ed ex coordinatore di PAX Christi, il partigiano Aurelio Magni, ed inoltre avremo ospite la presidente di ACLI Provinciale Carla Bellani e non meno importante saremo allietati dalla musica con l’esibizione di alcuni ragazzi e giovanissimi studenti delle scuole”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti