Commenta

Facchini, ancora caos:
Cisl e Cobas protestano a
Milano davanti a Legacoop

All'origine della protesta, organizzata da Fit Cisl Asse del Po e da Adl Cobas, le due sigle sindacali che rappresentano il maggior numero degli addetti, la procedura di licenziamento avviata a metà maggio per 271 soci lavoratori dalla Viadana Facchini, cooperativa aderente a Legacoop.

MILANO – Per manifestare contro i 271 licenziamenti e chiedere l’apertura delle trattative interrotte sugli esuberi, martedì alle 12 una delegazione di lavoratori della cooperativa Viadana Facchini, operanti presso l’impianto della Composad (azienda del gruppo Saviola che produce mobili in kit anche per Ikea), saranno in presidio davanti alla sede di Legacoop Lombardia, in viale Jenner 17 a Milano.

All’origine della protesta, organizzata da Fit Cisl Asse del Po e da Adl Cobas, le due sigle sindacali che rappresentano il maggior numero degli addetti, la procedura di licenziamento avviata a metà maggio per 271 soci lavoratori dalla Viadana Facchini, cooperativa aderente a Legacoop. I due sindacati non hanno infatti sottoscritto l’intesa raggiunta il 31 maggio scorso che prevede l’assunzione di 200 lavoratori (150 a tempo indeterminato, gli altri 50 a tempo determinato).

“La cooperativa Viadana Facchini lamenta una situazione di difficoltà del mercato per giustificare l’avvio della procedura di licenziamento collettivo – afferma Emmanuele Monti, segretario generale Fit Cisl Asse del Po -. E’ solo l’ultimo di una serie di comportamenti inaccettabili da parte della cooperativa, che nonostante il protocollo d’intesa firmato a febbraio 2016 ha continuato ad applicare condizioni peggiorative rispetto al contratto nazionale”.

“Con Adl Cobas abbiamo indetto per mercoledì 7 giugno 2017 il referendum tra i lavoratori sull’accordo aziendale siglato il 31 maggio da Cgil e Legacoop – aggiunge -. In caso di approvazione siamo pronti a fare un passo indietro, ma se verrà respinto quell’intesa non avrà più alcun valore”. Anche martedì mattina, mentre una delegazione di recherà a Milano, davanti all’impianto della Composad di Viadana proseguirà il presidio permanente contro  i licenziamenti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti