Feste e turismo
Commenta

Festa delle Pro Loco, dopo Pescarolo nel 2018 Commessaggio caput mundi

A Commessaggio, a fine anno, la Pro Loco dovrà rinnovare il proprio Consiglio Direttivo. «Chiunque ci sarà – conclude Binaschi – dovrà impegnarsi ed essere orgoglioso di questa importante kermesse culturale e gastronomica. Auguro loro ogni bene, perché a Commessaggio ci sono nato e molto legato».

COMMESSAGGIO – Dopo Sabbioneta, San Martino dall’Argine, Rivarolo Mantovano, Piadena, Calvatone e Pescarolo ed Uniti, il prossimo anno la tradizionale festa delle Pro Loco tornerà in terra mantovana, precisamente a Commessaggio. Ad annunciarlo dal palco allestito in piazza a Pescarolo domenica scorsa il coordinatore delle Pro Loco Oglio Po Alberto Sarzi Madidini assieme al Presidente della Pro Loco commessaggese Simone Binaschi.

«Dopo la partecipazione nelle passate edizioni, la nostra associazione ha ottenuto così di poter celebrare anche a Commessaggio questo importante avvenimento ed è innegabile motivo d’orgoglio per i promotori nel poter offrire ai propri cittadini un momento che è un riconoscimento alla validità del proprio operato – afferma Binaschi. – Già da gennaio, col nuovo direttivo insediato, avevamo avanzato la nostra candidatura a ospitare questa bella manifestazione sul nostro territorio, ed ora è una bella soddisfazione che voglio condividere con tutto il gruppo e con il paese. Ringrazio Alberto Sarzi Madidini e il primo cittadino di Commessaggio Alessandro Sarasini per averci sostenuto in questo progetto che porterà visibilità al territorio Oglio Po».

Ma a Commessaggio, a fine anno, la Pro Loco dovrà rinnovare il proprio Consiglio Direttivo. «Chiunque ci sarà – conclude Binaschi – dovrà impegnarsi ed essere orgoglioso di questa importante kermesse culturale e gastronomica. Auguro loro ogni bene, perché a Commessaggio ci sono nato e molto legato».

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti