Commenta

Composad e tensioni,
Cavatorta a Federici: "Abbiamo
evitato situazioni più calde"

"Queste decisioni improntate al buon senso dovrebbero essere patrimonio di tutti gli amministratori. Decisioni prese non unilateralmente ma concordate con prefettura e Digos, con cui teniamo costantemente il punto della situazione. Non si vuole impedire a nessuno di manifestare civilmente".

VIADANA – Il sindaco Giovanni Cavatorta risponde a Nicola Federici del Pd in merito alla vicenda Composad. “Se in via preventiva l’amministrazione si fosse mossa prima, visto che la manifestazione dei lavoratori di domenica era annunciata sui social e sui giornali… le problematiche di ordine pubblico devono anche essere previste e anticipate nelle azioni e con i fatti”: così si era espresso Federici.

Ora la risposta del sindaco. “Il consigliere dovrebbe sapere che il primo compito di un amministratore di buon senso è quello di evitare il più possibile i momenti di tensione e la violenza in tutte le sue forme. Abbiamo deciso di non interrompere le manifestazioni nel centro cittadino consapevoli che un’eventuale divieto o interruzione avrebbe inevitabilmente fatto salire la tensione e surriscaldato gli animi già abbastanza tesi. Queste decisioni improntate al buon senso dovrebbero essere patrimonio di tutti gli amministratori. Decisioni prese non unilateralmente ma concordate con prefettura e Digos, con cui teniamo costantemente il punto della situazione. Non si vuole impedire a nessuno di manifestare civilmente. Detto questo occorre che tutti facciano le cose per bene, rispettino le regole, le procedure e le richieste. Anche per rispetto di chi fa tutto correttamente. Per questo irroreremo le sanzioni del caso agli organizzatori”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti