Cultura
Commenta

La casalasca Maura Gigatti migliore sommelier italiana per il Primitivo di Manduria

La cerimonia di consegna del premio, organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier (Ais) Puglia, si è svolta presso il il Relais Reggia Domizia di Manduria (TA). A premiare Gigatti, Roberto Erario

CASALMAGGIORE – E’ Maura Gigatti, casalasca che da anni ormai vive a Parma, la migliore sommelier del Primitivo. Secondo posto per il molisano Carlo Pagano e il pugliese Antonio Riontino conquista il terzo posto. La cerimonia di consegna del premio, organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier (Ais) Puglia, si è svolta presso il il Relais Reggia Domizia di Manduria (TA). A premiare Gigatti, Roberto Erario, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria e Donato Giuliani, presidente del Consorzio di Tutela Vini Doc Gioia del Colle. “Se oggi nel nostro Paese si beve meglio e soprattutto con maggiore senso di responsabilità – dichiara Erario – è anche grazie al contributo dei sommelier. A Maura Gigatti e agli altri vincitori vanno le congratulazioni, convinti che porteranno in giro con professionalità la storia, la tradizione e le virtù del nostro Primitivo di Manduria”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti